Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Antenne di telefonia mobile, Vincenzi replica a Lia Montalti: "I Comuni non possono vietarle"

"La normativa di riferimento per l’installazione delle antenne di telefonia è nazionale ed in nessun modo i Comuni possono intervenire per vietare tali installazioni"

Il Sindaco di Gatteo Gianluca Vincenzi replica alle esternazioni della Consigliera Regionale del Partito Democratico Lia Montalti in merito all’installazione di antenne di telefonia mobile nel comune di Gatteo: "La Consigliera Montalti dimostra una scarsa conoscenza della materia, infatti la normativa di riferimento per l’installazione delle antenne di telefonia è nazionale ed in nessun modo i Comuni possono intervenire per vietare tali installazioni. Anche le recenti novità normative introdotte dal decreto semplificazioni hanno chiarito in modo ancora più categorico l’impossibilità per i Comuni di adottare regolamenti o altri provvedimenti che portino al divieto di installazione di impianti in aree generalizzate del territorio. Le antenne di telefonia sono infatti equiparate ad opere di pubblica utilità e quindi non sono pertanto soggette alle regole previste dai regolamenti comunali in punto di distanza tra le costruzioni". 

"A garanzia della salute pubblica - prosegue Vincenzi - è obbligatorio che AUSL ed ARPAE rilascino uno specifico nulla osta per l’installazione delle antenne, al fine di accertare il rispetto delle norme in materia di emissioni. In buona sostanza il Comune non ha alcun potere di interferire nella scelta del luogo di installazione di ripetitori telefonici perché violerebbe, altrimenti, la normativa in materia, esponendo anche l’Ente a possibili richieste danni da parte degli operatori telefonici né ha il potere di stabilire limiti di distanza, sicurezza, altezza etc…, ciò in quanto tali limitazioni – poste a salvaguardia della salute dei cittadini dai rischi dell’elettromagnetismo – sono di esclusiva competenza dello Stato. In merito alla questione portata ad esempio dalla Consigliera Montalti relativamente all’installazione dell’antenna a Fiumicino, l’operato del Comune è stato corretto e rispettoso delle norme, infatti, oltre ai pareri positivi di AUSL ed ARPAE, anche la pronuncia favorevole al Comune, deliberata dal TAR dell’Emilia Romagna, che ha negato la sospensiva in merito al ricorso avanzato da alcuni residenti, ha dimostrato che il Comune di Gatteo ha ben operato. Ripeto che i Comuni non possono in alcun modo interferire sulle installazioni di antenne di telefonia mobile, pertanto la Consigliera Montalti dovrebbe rivolgere i propri appelli al legislatore nazionale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antenne di telefonia mobile, Vincenzi replica a Lia Montalti: "I Comuni non possono vietarle"

CesenaToday è in caricamento