Cesenatico, il sindaco cancella il Rue. L'opposizione: "Altri tre anni di immobilismo"

"Non è possibile giudicare l’attuale delibera solo sui contenuti, ma anche sugli effetti che produrrà e sui metodi ed i tempi con cui è stata portata avanti", afferma Fattori

A Cesenatico l’amministrazione Gozzoli a ha deciso di stralciare il Rue approvato nell'ultima legislatura quando c'era Buda sindaco. La scelta urbanistica provoca dure reazioni della politica. "Stralciare il Rue senza una immediata proposta per la città, Gozzoli fa un salto nel vuoto di 20 anni, tornando al PRG del 1998. Inaccettabile la delibera di annullamento del Rue senza che questa sia stata accompagnata da una variante urbanistica". Lo afferma il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Giuliano Fattori.

M5S - Prosegue Fattori: "Le criticità legate al Rue erano evidenti ai più, la superficialità con cui era stato portato avanti dalla passata amministrazione, e dal suo dirigente all’urbanistica, avevano già fatto avanzare in campagna elettorale l’ipotesi di un possibile annullamento. Ma qui qualcosa non torna. Non è possibile giudicare l’attuale delibera solo sui contenuti ma anche sugli effetti che produrrà e sui metodi ed i tempi con cui è stata portata avanti. Partiamo dai fatti e i fatti la dicono lunga: due sole commissioni di urbanistica da quando si è insediata la nuova amministrazione. Il nulla per mesi e mesi".
 
"Per superare le problematiche - esterna il pentastellato - la strada era obbligata: presentare una delibera simile un anno fa ed improntare rapidamente un nuovo Rue, inglobando, previa valutazione, le osservazioni pervenute. Già prima dell’estate si sarebbe potuto e dovuto consegnare alla città un Rue legittimo. Questo avrebbe rispecchiato lo slogan del Partito Democratico “Torniamo a Correre”. Il risultato: altri 3 anni senza una visioni per la città e nuovamente allo scadere del mandato del sindaco Gozzoli si aprirà il cassetto dei sogni in occasione della futura campagna elettorale, esattamente come fece Panzavolta nel 2011 e Buda nel 2016. Intanto la città aspetta".

FORZA ITALIA - Critico anche Antonio Tavani, consigliere di Forza Italia: "Ogni volta che subentra una nuova amministrazione dice che tutto quello che è stato fatto prima è sbagliato e illegittimo. Fare politica in questo modo non porta da nessuna parte. Sappiamo che è impossibile che ogni cosa venga pensata e realizzata in modo perfetto, tutto è perfettibile, ma sarà mai possibile che all'interno del nuovo RUE ci siano solamente risvolti negativi o che sia tutto completamente illegittimo? La decisione di annullare tutto il lavoro svolto negli ultimi 5 anni ci sembra una cosa alquanto faziosa. Noi sosteniamo che quelle 700 (circa) osservazioni presentate non sono illegittime e non abbiano nessun risvolto negativo ma siano invece la risposta dei privati cittadini per far ripartire la nostra economia, da troppo tempo ormai non si vede più un cantiere a Cesenatico".

"Diverse cose del RUE che il PD vuole buttare alle ortiche si dovrebbero salvare ad es avere la stessa indicizzazione a monte e a mare della ferrovia, aumentare l'indicizzazione del comparto alberghiero per dare la possibilità di ampliare o modificare gli alberghi per permettergli di stare sul mercato. Rincominciare a scrivere un nuovo RUE a partire da oggi, vuol dire immobilizzare per altri tre anni o più la città di Cesenatico".


    
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Terremoto avvertito nel cuore della notte: epicentro nella pianura forlivese

Torna su
CesenaToday è in caricamento