Angeli (Pli): "Sondaggio preconfezionato"

Anche Stefano Angeli, il segretario provinciale del Pli, interviene sui risultati del sondaggio circa la valutazioni dell'amministrazione commissionato dal Pd

Anche Stefano Angeli, il segretario provinciale del Pli, interviene sui risultati del sondaggio circa la valutazioni dell'amministrazione commissionato dal Pd. “Che i sondaggi fatti in casa, ovvero pro domo propria, - esordisce - siano da prendere con le dovute molle lo sanno tutti, quindi ci pare esagerata la reazione di giubile da parte della maggioranza di centrosinistra come altrettanto esagerate ci sembrano le reazioni oltraggiate da parte di alcune opposizioni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il sondaggio è evidentemente stato preconfezionato (l'agenzia che lo ha eseguito è la Kronos, ndr) – prosegue - per dare un buon risultato al sindaco, con un campione oltretutto limitato (600 intervistati su 97mila abitanti, ndr) e sulle cui caratteristiche di selezione non sappiamo nulla. A nostro avviso poi certe autocelebrazioni troppo evidenti sono più controproducenti che utili all'immagine di chi le sfoggia”.

“Nello specifico l'emergenza neve ha sortito senz'altro una buona reazione sia dalla cittadinanza che dalle autorità preposte, Protezione Civile, Forze dell'Ordine, Esercito, Volontari e non ultima l'amministrazione comunale, ma non si può dire che siano mancati disagi importanti ed anche qualche ritardo e disservizio, penso in particolare ai servizi di Hera che a tutt'oggi, dopo quasi un mese, non sembrano ancora ripresi regolarmente”.

“Per ciò che riguarda le opposizioni – conclude - invece credo che anzichè lanciare anatemi dovrebbero prendere il sondaggio del Pd come un segnale d'allarme ed uno spunto di riflessione sul loro modo di fare opposizione, a nostro avviso tutt'altro che efficace, e sul proprio scarso contributo al dibattito politico locale. Faccio infine osservare che il dato più rilevante del sondaggio ci pare quello del 40% di indecisi che non si riconoscono evidentemente più nelle forze politiche oggi rappresentate sia a Cesena che in campo nazionale”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento