Angeli (Pli): "Imu, tassa pesante. Ma chi si lamenta ne è il padre"

Che l’Imu sia una tassa pesantissima – esordisce Stefano Angeli del Pli - , applicata dai comuni in modo eccessivo sulle attività produttive, è scoprire l’acqua calda

“Che l’Imu sia una tassa pesantissima – esordisce Stefano Angeli del Pli - , applicata dai comuni in modo eccessivo sulle attività produttive, è scoprire l’acqua calda. Non è una novità infatti che la tassazione più oppressiva sia abitualmente scaricata sulle spalle di chi produce. La cosa che infastidisce un po’ però è il fatto di vedere che coloro che oggi si lamentano di più di questa tassa, in particolare Pdl e Lega, sono in effetti i veri genitori del balzello”.

“L’Imu – prosegue - infatti fu inventata da Giulio Tremonti ed inserita nel cosiddetto “federalismo fiscale” tanto caro alla Lega Nord dal precedente governo. Non solo, ma quando il governo Monti l’ha confermata nel decreto salva Italia il Pdl l’ha votata in Parlamento, di che si lamenta ora? Non per nulla chi si lamenta a Cesena dell’aliquota pesante per le attività produttive poi però la applica a Cesenatico, dove è in maggioranza, senza batter ciglio. In politica sappiamo bene che la coerenza è un bene prezioso e raro, ma consigliamo agli esponenti locali di certi partiti un minimo di prudenza nelle loro dichiarazioni per evitare di contraddirsi troppo palesemente e quindi cadere nel ridicolo”.

“Per quel che ci riguarda auspichiamo una correzione di queste aliquote eccessive su chi ha il compito arduo, soprattutto di questi tempi, di rilanciare l’economia. Preferiamo di gran lunga una maggiore incisività nella riduzione della spesa pubblica piuttosto che nell’aumento della tassazione ed individuiamo nella dismissione di quote importanti di partecipazione in società non essenziali per la vita dell’ente locale e nella liberalizzazione e privatizzazione dei servizi locali la strada maestra per ottenere tali risparmi”.

Da rivedere totalmente – conclude il segretario provinciale del Pli - è inoltre il rapporto degli enti locali con Hera e Romagna Acque, rapporto oggi troppo vantaggioso per la holding pubblico-privata che gestisce i servizi e troppo svantaggioso per Romagna Acque, società invece tutta pubblica. Anche l’ammontare dei danni annunciata dall’amministrazione per la neve ci pare eccessivo se non giustificato con dati precisi. Molti dei danni della neve infatti sono danni a privati che già graveranno sulle spalle, e nelle tasche, dei privati cittadini senza la necessità che il comune aumenti a dismisura, e senza reale necessità, questi carichi”.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento