Politica

Angeli (PL): "Il Consiglio di Cesena si divide anche sul femminicidio"

"Dobbiamo purtroppo annotare che in concomitanza della “giornata nazionale contro il femminicidio” il consiglio comunale di Cesena non è riuscito ad approvare unanimemente un documento in merito"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Dobbiamo purtroppo annotare che in concomitanza della “giornata nazionale contro il femminicidio” il consiglio comunale di Cesena non è riuscito ad approvare unanimemente un documento in merito, anzi c’è stata sull’argomento una dura contrapposizione ideologica a nostro avviso deprimente e immotivata. Che l’Italia sia il Paese dell’Unione Europea col record di uccisioni di donne, spesso in ambiente familiare o comunque per mano del partner o dell’ex partner, circa una uccisione ogni tre giorni nell’ultimo anno, è già di per se un motivo di profonda vergogna e preoccupazione, ma che su questo le forze politiche locali non trovino di meglio che azzuffarsi in polemiche inutili è davvero una cosa inspiegabile e insopportabile. La voce dello Stato, delle istituzioni e di chiunque abbia per l’Italia un progetto civile, che faccia riferimento ai Paesi più moderni ed evoluti, non può che condannare fermamente e unanimemente questo triste ed abnorme fenomeno, un fenomeno che denota ignoranza, immaturità ed incapacità di formare rapporti equilibrati di troppi maschi italiani. La difesa della donna e la garanzia di pari dignità e opportunità è imprescindibile per lo Stato e per la politica e divisioni su questo argomento sono incomprensibili e sciocche, non certo un buon esempio da dare nelle istituzioni.

Stefano Angeli, Progetto Liberale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Angeli (PL): "Il Consiglio di Cesena si divide anche sul femminicidio"

CesenaToday è in caricamento