Politica

Andrea Vergaglia (PD Cesena) “Costruire la città del futuro a partire da una nuova idea di prossimità”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

“Crediamo – afferma Andrea Vergaglia, membro della Segreteria comunale del PD Cesena – fortemente in una città della prossimità, in cui tutto ciò che serve quotidianamente stia a pochi minuti, a piedi o in bici, da dove si abita. Ma non solo, abbiamo presentato all’Assessora Mazzoni, all’interno del percorso sul nuovo PUG, idee per una città in cui, a questa prossimità funzionale ne corrisponda una relazionale, grazie alla quale le persone abbiano più opportunità di incontrarsi, sostenersi a vicenda, avere cura reciproca e dell'ambiente, collaborare per raggiungere assieme i propri obiettivi”.

Una città costruita a partire dalla vita dei cittadini e da un'idea di prossimità abitabile in cui essi possano trovare ciò che serve per vivere, e per farlo assieme ad altri. Questa è la nostra visione elaborata in questi mesi di percorso sul nuovo PUG coinvolgendo i nostri iscritti, i tecnici del settore e le tante persone che hanno voluto contribuire con idee e visioni sulla città del futuro.

“Si tratta di una visione apparentemente semplice e chiara di dove si vorrebbe andare – prosegue Vergaglia – e in questo ci sembra stia la sua forza ma, per essere messa in partica, essa richiede un profondo cambiamento culturale e una forte volontà politica. Occorre rompere definitivamente con una visione di città divisa in parti specializzate e, di conseguenza, operare per una radicale riorganizzazione delle infrastrutture esistenti e delle forme di governance. La visione che abbiamo infatti è quella di una città policentrica che realizzi l’idea della cosiddetta ‘città dei 15 minuti’ su tutta la sua estensione. Il primo passo da compiere per realizzarla consiste nell'operare sulla mobilità e sulla distribuzione dei servizi e, in parallelo, operare in prossimità, per riorientare e coordinare le diverse funzioni urbane: gli asili, le scuole, i centri di assistenza sociosanitaria, la dotazione di verde e di spazi pubblici”.

“Questo è un altro modo di vivere la città – conclude –. Un modo attraverso il quale il legame sociale che si crea in prossimità possa diventare parte di una migliore qualità della vita. Ciò significa restituire alla città il suo carattere più prezioso, ossia quello di essere un universo vivente, e ripristinarne il metabolismo, come si farebbe per ogni organismo vivente, per rendere la città viva e disponibile a tutti. È un obiettivo su cui occorre lavorare intensamente e fin da subito, con idee, progettualità e risorse, e il nostro impegno in questo senso non mancherà”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andrea Vergaglia (PD Cesena) “Costruire la città del futuro a partire da una nuova idea di prossimità”

CesenaToday è in caricamento