Elezioni, il centrodestra presenta il candidato sindaco Andrea Rossi: "Cesena è in una gabbia"

Il popolo del centrodestra, con una numerosa componente giovanile, ha gremito sabato il Teatro Verdi di Cesena per assistere alla prima uscita pubblica di Andrea Rossi, candidato per la poltrona di sindaco con la propria civica “#Cambiamo”

Foto Dalmo

Il popolo del centrodestra, con una numerosa componente giovanile, ha gremito sabato il Teatro Verdi di Cesena per assistere alla prima uscita pubblica di Andrea Rossi, candidato per la poltrona di sindaco con la propria civica “#Cambiamo”. Presentato dal sottosegretario alla giustizia Jacopo Morrone che ha sottolineato che la scelta sia caduta su Rossi per il cuore e l'affetto che ha sempre dimostrato alla città, il candidato ha per prima cosa presentato se stesso perchè non essendo un politico di professione ha voluto dare subito un taglio preciso alla sua candidatura. 

Si presenta il candidato sindaco Andrea Rossi: guarda il VIDEO

“Sono un imprenditore, consulente e manager, non ricevo uno stipendio da politico – ha esordito - vivo delle mie attività nel campo dello spettacolo infatti il Teatro Verdi mi appartiene. Chi vede in me delle contraddizioni perchè sono nel consiglio di amministrazione del Nuovo Mercato Coperto sappia che mi sono dimesso da tutte le cariche inerenti a questa attività imprenditoriale”. “Il problema mio centrale è sempre stata la città, ma non avevo mai pensato di interpretarla come futuro candidato sindaco – ha continua Rossi – quando mi è stata offerta la possibilità ho pensato che forse sarebbe stato il caso che pure io, come cittadino profondamente radicato nella realtà locale tanto che mi perdo ad andare a Bertinoro, dessi il mio contributo”. Andrea Rossi capeggia una lista civica che vanta l'appoggio della Lega, di Forza Italia, Fratelli d'Italia e i Cattolici per il Centro Destra del dottor Arturo Alberti.

“Cesena è in una gabbia – ha continuato il candidato – raccolta in se stessa, senza nessuna prospettiva per il futuro. Non è mia abitudine sparare a zero sull'avversario, ma in questo caso credo che lo spettacolo attuale è quello di una città chiusa entro angusti recinti, senza avere nessuna prospettiva futura. Quello che è stato fatto non è un prodotto di un disegno di ampio respiro, bensì un fare tanto per fare con aspetti completamente scollegati fra loro. Parlo, ma l'elenco potrebbe essere molto lungo della gestione del caso Gessi, Sapro, parcheggi, periferie, piazza della Libertà per non accennare al problema sicurezza che ogni giorno fa registrare situazioni sempre più allarmanti”. 

“La gestione della cosa pubblica in una città che vanta un bilancio di cento milioni – ha continuato Andrea Rossi – va affrontata con responsabilità, meritocrazia, credibilità. Non ci deve essere fumosità o mancanza di senso comune. Nell'impresa privata chi sbaglia paga, mentre chi merita avanza. Smettiamola con le carriere politiche da costruire, ma attribuiamo a ciascuno meriti e compiti”. Oltre che dalla Lega l'assenso alla lista civica di Rossi è stato portato da Luca Bartolini di Forza Italia per il quale la candidatura di Rossi è la migliore e le prossime elezioni sono un'occasione storica per cambiare totalmente il volto di Cesena, città che deve poter avere un'alternanza nella sua gestione pubblica dopo quasi cinquant'anni dello stesso colore. Di rimando, grande approvazione per il candidato, è stata espressa da Davide Minutillo di Fratelli d'Italia e dal noto pediatra cesenate, impegnato da sempre nel sociale, Arturo Alberti. Per il medico l'adesione alla lista civica è legata a valori sui quali i cattolici non possono derogare e si rifiutano di diventare una semplice enclave all'interno di una organizzazione forte e controllata, come altri che hanno fatto scelte di campo differenti. “Gli aspetti fondamentali sui quali siamo oltremodo fermi – ha detto Arturo Alberti – sono la centralità della persona, la promozione della natalità, il lavoro, l'accoglienza, la povertà e dare una risposta ai bisogni perchè da questi aspetti si può uscire”.

Piero Pasini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento