Anche Montalti (Pd) sta col Vescovo: "Decreto rischia di generare solo insicurezza"

La consigliera regionale: "Decreto offre una risposta propagandistica alla sicurezza percepita ma aggrava l’insicurezza reale nel nostro Paese"

La Consigliera regionale Lia Montalti condivide le parole espresse in un recente documento firmato dal Vescovo della Diocesi di Cesena-Sarsina Douglas Regattieri, delegato della Conferenza episcopale regionale per il servizio alla carità, insieme ai Direttori delle 15 Caritas diocesane della Regione Emilia-Romagna. Appello condiviso anche dai Popolari per Cesena con l’auspicio che venga accolto da tutta la comunità cristiana cesenate e dal mondo politico che si riconosce nei valori dell’accoglienza e dell’integrazione.

“Condivido e sostengo – afferma la Consigliera Montalti – la presa di posizione sul cosiddetto Decreto Sicurezza emanato dal Governo Salvini-Di Maio, che offre una risposta propagandistica alla sicurezza percepita ma aggrava l’insicurezza reale nel nostro Paese, abrogando la protezione umanitaria e smantellando il sistema di accoglienza e integrazione diffuse, con il solo risultato di portare i migranti nell’illegalità e nell’emarginazione".

Nel documento, firmato dal Vescovo della Diocesi Cesena-Sarsina Regattieri e dai 15 Direttori delle Caritas regionali, viene ribadita in modo netto la decisione di mettersi dalla parte degli ultimi e dei più svantaggiati che bussano ogni giorno alle Caritas e ai Centri di ascolto.

“Nel documento – sottolinea Montalti – viene inoltre ritenuta giusta e da sostenere la posizione dei Sindaci e dei Presidenti regionali che hanno promosso il ricorso alla Corte Costituzionale contro il Decreto Sicurezza. Anche l’Emilia-Romagna, con il Presidente Bonaccini, ha deciso di ricorrere alla Corte costituzionale contro parti del Decreto sicurezza, consapevole del rischio concreto che si creino nella nostra Regione sacche di isolamento e invisibilità sociale che sono l’esatto contrario della sicurezza, anche dal punto di vista sociale e sanitario".

“Il grande rischio – conclude Montalti – è che alla fine avremo solo più insicurezza e irregolarità nelle nostre comunità. Ritengo dunque coraggioso e positivo l’appello dei 15 Direttori delle Caritas regionali e del nostro Vescovo, accolto anche dai Popolari per Cesena con un appello rivolto a tutta la comunità cristiana cesenate e al mondo politico, perché in un momento in cui tornano violentemente alla ribalta razzismo e intolleranza, dobbiamo batterci per una società solidale che sappia valorizzare le diversità, nel rispetto della legalità e di valori condivisi, mettendo al centro la persona e la dignità umana.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Terremoto avvertito nel cuore della notte: epicentro nella pianura forlivese

Torna su
CesenaToday è in caricamento