Politica Cesenatico

Amormino: "Io amazzone? Attacco sessista del M5S, ma resto solidale alla sindaca di Roma"

"Se qualche giorno fa ho manifestato pubblicamente il disagio di essere stata etichettata da un noto quotidiano nazionale come “pupilla sexy”, affermazione che mi ha offesa e ferita profondamente"

“Amazzone? Ennesimo attacco sessista”: Lina Amormino, consigliera comunale di opposizione a Cesenatico con la Lista per Buda, va al contrattacco sul M5S, il cui esponente Alberto Papperini l’ha criticata per il suo ruolo a Cesenatico (all’opposizione) e in Provincia come consigliere delegato. Nel suo comunicato Papperini ha definito Amormino “amazzone budiana”.

 Attacca Amormino: “Come spesso accade, ed è triste dover sostenere che ormai ci siamo abituati a questa situazione, chi rimane fuori dai luoghi dove si prendono le decisioni punta il dito accusatore millantando giochi di palazzo o di potere pur di non ammettere di non aver ottenuto i risultati sperati. Quello che intristisce maggiormente è che l'accanimento si carica anche di "cattiveria gratuita". Pensando di essere ironici, di fare battute da bar, denigrano invece gli oppositori politici, specie se sono donne. Se qualche giorno fa ho manifestato pubblicamente il disagio di essere stata etichettata da un noto quotidiano nazionale come “pupilla sexy”, affermazione che mi ha offesa e ferita profondamente, oggi come contraltare arriva l'ennesimo attacco sessista che il “politichetto” locale di turno ha lanciato ribattezandomi amazzone budiana”.

“Posso anche essere d'accordo sul fatto che le Province nella loro attuale funzione siano organi  demansionati, tuttavia non prendervi parte per principio significa far perdere ai territori la possibilità di essere rappresentati e interloquire anche con la Regione. Se il potere decisionale viene meno, non viene meno invece quello consultivo, altrettanto importante; ma a taluni il dialogo, evidentemente, non è mai andato a genio e spera che buttarla sulla cagnara sia ancora funzionale per cercare di trovare credito nelle persone. Da ultimo, ma non meno importante, sorprende che questa parte politica contestatrice per antonomasia se la prenda con una donna, vista la bufera in cui è coinvolta una loro sindaca (con cui peraltro sono solidale, visto l'accanimento e la brutalità degli attacchi a lei rivolti)”.

“Dovevano essere il nuovo che avanza, la faccia bella e pulita della politica, invece giorno dopo giorno si manifestano per quello che sono, per la loro natura, aggressiva e assolutista. Il principio “con noi o contro di noi” sembra essere l'unica linea che guida il loro modo di fare politica; poco importa essere dalla parte del giusto o meno. Si spara nel mucchio, infine, sostenendo che tirando troppo la corda prima o poi si spezzerà: (a parte che pare una velata minaccia su cui cercherò di soprassedere) vorrei ricordare a chi in maniera sprezzante fa politica attaccando tutti gli altri che non è di certo con la critica fine a se stessa che si migliorano le cose, che si costruisce un futuro migliore. Così si fomenta solo l'odio e la cattiveria e in giro ce n'è già abbastanza”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amormino: "Io amazzone? Attacco sessista del M5S, ma resto solidale alla sindaca di Roma"

CesenaToday è in caricamento