Alluvione Valle del Savio, Vietina (Forza Italia): “Danni ingenti a causa della scarsa manutenzione"

Così Simona Vietina, èarlamentare di Forza Italia e sindaco di Tredozio

"Le immagini che arrivano dall’Alto Savio mostrano una situazione della massima gravità: strade chiuse, una ventina di case allagate con ingenti danni e uno smottamento nella zona della fonte del Chiardovo che ha visto un’enorme colata di fango abbattersi su tutta l’area, solo per citare alcuni dei casi più macroscopici. Fortunatamente oggi possiamo limitarci alla conta dei danni materiali, senza dover piangere vittime fra le persone ma quanto è successo è di una gravità inaudita: fossi intasati, tombini chiusi, scarsa manutenzione generale sono fra le cause principali del disastro di questi giorni. Solo a Bagno di Romagna si stimano circa 100.000 euro di danni: una cifra ingente difficile da reperire, in particolare in questo momento dell’anno. Al Sindaco Marco Baccini e a tutta la popolazione della vallata va il mio sostegno e quello di tutta la cittadinanza di Tredozio". Così Simona Vietina, èarlamentare di Forza Italia e sindaco di Tredozio.

"Ben conosciamo le difficoltà a cui vanno incontro le aree montane, alle quali, come chiediamo da tempo, andrebbe riservata ben altra attenzione da parte del Governo", aggiunge, attaccando il Consorzio di Bonifica che ‘nel comprensorio di collina e montagna cura il presidio idrogeologico con migliaia di opere di regimazione idraulica e assicura la manutenzione di centinaia di chilometri di strade interpoderali’: "A fronte di quanto successo non posso che unirmi al coro della cittadinanza che chiede lumi su come vengano spese le non trascurabili risorse versate dai residenti proprio al Consorzio, visto che quanto accaduto è in buona parte attribuibile ad un servizio manchevole e superficiale. Dubbi che si accompagnano a una preoccupazione crescente, in vista della nuova ondata di maltempo in arrivo nei prossimi giorni".

"Eventi drammatici come quelli dell’Alto Savio – incalza la parlamentare azzurra – rendono ancora più evidente l’esigenza improcrastinabile di una legge per i Comuni Montani, che ne combatta lo spopolamento, che possa destinare fondi strutturati per la manutenzione del territorio e che favorisca il rifiorire di attività produttive e commerciali. I Comuni montani rappresentano una risorsa preziosa per tutta il Paese, una fucina di opportunità che, se adeguatamente sostenute, possono garantire ricadute positive su tutto il territorio circostante. Da ormai un anno è sul tavolo del parlamento la mia proposta di legge a sostegno dei comuni montani, mi impegno a portare avanti questa battaglia in Aula affinché situazioni drammatiche come quella che ha colpito l’Alto Savio non debbano più ripetersi".

"Allo stesso modo - conclude la parlamentare azzurra - vorrei ricordare al presidente Bonaccini che proprio i criteri penalizzanti imposti dalla Giunta Regionale dell’Emilia Romagna hanno impedito a comuni come quelli colpiti dall’alluvione di accedere ai fondi per le aree interne. Se si fosse stati più lungimiranti e si fossero ascoltate le istanze del territorio probabilmente oggi quei 100.000 euro per il ripristino di strade, piazze e case non sarebbero così difficili da trovare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pochi metri poi lo schianto, l'ultimo volo di Paolo: la passione smisurata per il deltaplano

  • Lastre di cemento si staccano dal cavalcavia e si forma un buco di un metro e mezzo: E45 chiusa

  • Lo schianto col deltaplano non gli dà scampo: uomo morto sul colpo

  • Incubo per una 11enne: entra in casa e si trova di fronte i ladri

  • Litiga con la madre e tenta il suicidio: 20enne salvato in extremis

  • Migliaia di uccelli sulla città, cinguettio assordante e auto bersagliate dal guano: la spiegazione del fenomeno

Torna su
CesenaToday è in caricamento