menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cesenatico, ex Nuit. Papperini replica a Buda: "Dimostra nervosismo e cadute di stile"

Non si è fatta attendere la replica del consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Alberto Papperini, alla risposta del sindaco di Cesenatico, Roberto Buda, dopo l'interpellanza presentata dall'esponente pentastellato sull'ex Nuit.

"L'utilizzo di proroghe per il parco di Levante e per l'accordo ex Nuit, stile “scarica barile”, non può diventare un vanto come si vuol far credere. Anzi, tutt'altro. Evidenzia, per l'ennesima volta, come questa amministrazione non sia riuscita a dare concretezza, lasciando la città in uno stallo del quale si pagherà dazio negli anni a venire". Non si è fatta attendere la replica del consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Alberto Papperini, alla risposta del sindaco di Cesenatico, Roberto Buda, dopo l'interpellanza presentata dall'esponente pentastellato sull'ex Nuit.

"Durante queste ultime settimane, ho letto con rammarico alcune dichiarazioni rilasciate dal nostro primo cittadino nei miei confronti e nei confronti del gruppo politico che rappresento - esordisce Papperini -. Devo constatare come, fin troppo spesso, Buda si sia spinto oltre alla legittima critica politica, ridicolizzando la mia persona e il lavoro di trasparenza, informazione e proposta del MoVimento 5 Stelle, che in cinque anni di legislatura ha portato alla presentazioni di oltre 150 atti tra mozioni, progetti ed interrogazioni, contro i soli 20 presentati dall'ex consigliere di minoranza, Roberto Buda, dal 2006 al 2011".

"Le frasi e le dichiarazioni rilasciate dimostrano un nervosismo e una debolezza di fondo che ha sempre regolato l'attività amministrativa di questa Giunta, ma che nell'ultimo periodo è emersa in maniera evidente - continua il consigliere comunale -. La caduta di stile nel linguaggio e nei modi di esprimersi da parte del Sindaco Buda, ha portato a galla tutta la difficoltà nel dare risposte concrete alla cittadinanza. Le convenzioni scadute del parco di levante e della Nuit sono solamente le “punte evidenti” dell'inadempienza e dello stallo amministrativo in cui questa Amministrazione ha portato Cesenatico in questi anni. E le loro successive proroghe, per prendere tempo, dimostrano ancor più quanto si navighi a vista (altro che cambio di rotta!) senza portare risultati, ma lasciando alle prossime amministrazioni questioni irrisolte".

Attacca ancora Papperini: "Devo inoltre constatare che, durante questi cinque anni di legislatura, tutto l'impegno è stato dedicato per alcune “manovre” assai discutibili. Come l'ormai famosa variante del 6 per cento al PRG 1998, che ha garantito la possibilità a sette soggetti ben definiti di realizzare: un casinò e slot machine a Villamarina; due palazzine mascherate da residence sul mare; annessione di verde pubblico per l'ampliamento dell'hotel Valverde; il risanamento di un abuso in viale Carducci; la costruzione di un grattacielo a dodici piani sul mare al posto della colonia Varesina. Inoltre ricordiamo l'approvazione, in tutta fretta per non presentarsi “a mani vuote” in campagna elettorale, del piano colonie a Ponente, che prevede la realizzazione di nove condomini a cinque piani ciascuno in classe energetica B. Questa è l'eredità che ci lascerà la Giunta Buda al termine del proprio mandato?"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento