Agricoltura, Casali: "Più spazio nella destinazione turistica della Romagna"

"Il rilancio turistico è uno dei temi più dibattuti oggi e sul quale si giocano gran parte delle certezze sul futuro produttivo della Romagna"

“Quale rilancio turistico senza agricoltura?” Lo afferma Marco Casali, componente del Comitato consultivo per le attività agricole del Comune di Cesena, che ricorda la necessità di allargare la cabina di regia della destinazione turistica anche con la presenza dell’agricoltura.

"Il rilancio turistico è uno dei temi più dibattuti oggi e sul quale si giocano gran parte delle certezze sul futuro produttivo della Romagna. Pare evidente che la strategia vincente sia quella di mettere in campo proposte che sappiano cogliere le necessità di un turismo diffuso, sensoriale ed esperenziale. E sotto questo profilo il contribuito dell’agricoltura è fondamentale e soprattutto vincente.  Un asse, quello agricolo, sul quale punta con forza anche la Commissione Europea che proprio nel suo recente documento del maggio 2020, Farm to Fork, ha posto bene in luce quanto sia diventato strategico, anche a seguito della crisi covid, il rapporto fra il produttore e il consumatore. Un legame che diventa fondamentale fortificare ora per contrastare la concorrenza dei cibi sintetici il cui futuro è ahimè molto prossimo. E proprio in questo scenario che anche la Regione deve fare la sua parte. Fino ad ora ha relegato l’agricoltura a ruolo di corredo esterno. Lo si vede nelle Destinazioni turistiche, e quella della Romagna ne è un esempio, dove la componente agricola è fuori dalla cabina di regia e quindi da quel punto dove si raccordano programmi pubblici con le istanze del privato". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Una scelta miope che può essere corretta proprio tramite i Presidenti delle Unioni e i Sindaci che hanno il potere di modificare la composizione prevedendo anche il settore agricolo ora inspiegabilmente escluso. Uno spunto per il nostro Sindaco Lattuca, che è anche Presidente dell’Unione,  affinché metta a valore il ruolo dell’agricoltura in tutti i tavoli dello sviluppo territoriale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento