Politica

Agricoltura, approvato all'unanimità progetto di legge per interventi urgenti

"Il progetto ha l'obiettivo di attivare interventi urgenti, alcuni dei quali collegati all'emergenza Covid-19, finalizzati a sostenere le imprese agricole ed agroalimentari regionali", esordisce Bulbi

La Regione Emilia-Romagna ha approvato all'unanimità di tutte le forze politiche, il progetto di legge “Interventi urgenti per il settore agricolo e agroalimentare”, illustrato dal consigliere dem Massimo Bulbi relatore di maggioranza, che stanzia risorse finanziarie pari a 24,7 milioni di euro generando investimenti per circa 49,5 milioni di euro. "Il progetto ha l'obiettivo di attivare interventi urgenti, alcuni dei quali collegati all'emergenza Covid-19, finalizzati a sostenere le imprese agricole ed agroalimentari regionali", esordisce Bulbi.

"Si tratta - chiarisce - di interventi finalizzati a sostenere con contributi le liquidità degli agriturismi e delle fattorie didattiche per mantenere la continuità delle attività; promuovere l'attività degli agriturismi; introdurre nelle imprese sistemi di sicurezza e protezione delle attrezzature e delle macchine agricole; finanziare progetti di filiera, in particolare quella lattiero casearia, compresa la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti agricoli, il benessere degli animali e la gestione dei rischi del settore; finanziare le attività di miglioramento genetico del bestiame; sostenere la coltivazione della barbabietola da zucchero sul territorio regionale".

"Dal mese di settembre - annuncia -. si aprirà un percorso di confronto e approfondimento con tutti i soggetti economici interessati del commercio, dell’agricoltura e comunque tutti coloro coinvolti nel settore della ristorazione, con lo scopo di dare ulteriore impulso di semplificazione alla normativa e supportare la ripartenza, anche promuovendo e valorizzando l’utilizzo e la somministrazione di materie prime agricole e prodotti agroalimentari di origine emiliano-romagnola". Oltre al progetto di legge, sono stati approvati all'unanimità anche tre ordini del giorno, due della maggioranza e uno della minoranza, che prevedono tra le tante quello con primo firmatario il Consigliere Bulbi, la costituzione da settembre di un tavolo di confronto con tutti i soggetti coinvolti nel settore della ristorazione, mentre un altro prevede la promozione e la diffusione di pratiche e metodi di coltivazione biologiche e a residuo zero di pesticidi.

Il consigliere Bulbi ha espresso la propria soddisfazione per l’esito del voto, "per lo spirito di collaborazione e la disponibilità di tutti i Consiglieri e delle organizzazioni imprenditoriali nel ricercare soluzioni condivise nell'interesse di tutti i soggetti coinvolti". Nella replica, ha evidenziato "la necessità che alla ripresa dei lavori ci si impegni ad intervenire con altri progetti a sostegno del settore agricolo, come ad esempio sostenere, tutelare e promuovere il comparto dell’olivicoltura e del vino. Inoltre, trovando le risorse per sostenere e favorire l’ortofrutta, settore che quest’anno è stato molto penalizzato, dapprima con le gelate tardive, poi la grandine e infine la siccità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura, approvato all'unanimità progetto di legge per interventi urgenti

CesenaToday è in caricamento