rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Politica

Aggressioni in stazione, il M5S: "E' ora di cambiare rotta, il problema sicurezza sempre trascurato"

Il Movimento 5 Stelle: "E' giunto il momento di chiedere un passo indietro a chi dal 2019 è referente per la sicurezza e prima figura della giunta ad interfacciarsi con le forze dell'ordine"

Il Movimento 5 Stelle di Cesena interviene a seguito dei nuovi casi di aggressione registrati nelle vicinanze della stazione. "I nuovi episodi di violenza in zona stazione a Cesena accompagnati da una emblematica confessione del responsabile Cna Fita, voce del comparto trasporti compreso quello dei tassisti, sono una ghiotta occasione per qualcuno di urlare e puntare il dito, rilanciando maldestramente idee che da anni qualcuno, come il M5S di Cesena, propone in ogni sede".

"La presenza fisica delle forze dell'ordine in stazione è qualcosa che siamo arrivati quasi a farci promettere - sostengono i rappresentanti del movimento -. Oggi il M5S di Cesena non segnala ne chiede, da troppo tempo sa che alle parole di palazzo Albornoz non seguono i fatti; quindi presa coscienza dell'evidenza, crede sia giunto il momento di chiedere un passo indietro a chi dal 2019 è referente per la sicurezza e prima figura della giunta ad essere chiamata ad interfacciarsi con le forze dell'ordine".

"Il problema c'era quando sembrava solo percezione (sindaco Lucchi) e c’è ancora oggi a distanza di anni sicuramente peggiorato (sindaco Lattuca), per cui è naturale giungere alla conclusione che sia necessario cambiare rotta ora, non in un futuro indefinito. Chiariamo che non vorrà essere attacco alla persona ma al suo ruolo istituzionale", conclude il Movimento 5 Stelle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressioni in stazione, il M5S: "E' ora di cambiare rotta, il problema sicurezza sempre trascurato"

CesenaToday è in caricamento