menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Acquisto dell'area da destinare a parcheggio: "Accordo sostitutivo più economico dell'esproprio"

Castorri sottolinea come "la dichiarazione di donazione è pervenuta dallo stesso soggetto Onlus. L’ipotesi è stata verificata dal notaio come molto critica sotto il profilo giuridico, per cui si è ritenuto di percorrere un altro tipo di soluzione"

Il vicesindaco e assessore Christian Castorri risponde ai consiglieri del gruppo Lega Antonella Celletti e Enrico Sirotti Gaudenzi sulla questione dell’acquisizione dell’area da destinare a parcheggio pubblico e relativa all’allargamento stradale nella zona di San Carlo in Via Vigne di Sopra. 

Castorri sottolinea come "la dichiarazione di donazione è pervenuta dallo stesso soggetto Onlus. L’ipotesi è stata verificata dal notaio incaricato come molto critica sotto il profilo giuridico, per cui si è ritenuto di percorrere un altro tipo di soluzione per garantire l’assoluta correttezza dell’operato amministrativo. La soluzione intrapresa dal Comune (accordo sostitutivo anziché esproprio) è stata individuata perché più ritenuta più economica e veloce". I consiglieri leghisti avevano invece parlato di "disattenzione della giunta che non si era accorta che le onlus non possono fare donazioni".

"Come evidenziato in Commissione Consiliare, - dettaglia Castorri - il riepilogo chiarisce ancor più quanto l’operazione proposta risulti senza meno vantaggiosa per l’ente, sia sotto il profilo economico, considerando l’ammontare dell’indennità di esproprio, sia dal punto di vista dell’economia procedimentale, potendo in tempi molto più ristretti acquisire la proprietà dell’area in questione e quindi procedere con le conseguenti operazioni di realizzazione dell’opera pubblica". L'ipotesi espropriativa avrebbe comportato per il Comune tempi più lunghi e maggiori costi (circa 5mila euro). Molto più bassi i costi per il Comune con l'accordo sostituivo (circa 2700 euro).

"Mi sia inoltre concesso, nell’occasione, esprimere il mio disappunto rispetto alla strumentale ricostruzione fornita alla stampa dal Gruppo Lega circa l’opportunità di rivedere l’orientamento intrapreso con l’approvazione della delibera n. 2 del Consiglio Comunale del 6 febbraio scorso.  Vorrei precisare che la dichiarazione di donazione è pervenuta dallo stesso soggetto ONLUS. L’ipotesi è stata verificata dal notaio incaricato non come in assoluto impossibile ma come molto critica sotto il profilo giuridico per cui si è ritenuto di percorrere un altro tipo di soluzione per garantire l’assoluta correttezza dell’operato amministrativo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento