Politica

Referendum sul "taglio dei parlamentari", i Giovani Democratici: "Per noi è No"

"Porterà ad una inferiore rappresentanza territoriale laddove, invece, è importante far sentire anche la voce dei centri meno popolosi"

"Tra poco più di un mese le cittadine e i cittadini di tutta Italia si dovranno recare alle urne per il Referendum Costituzionale sul taglio dei parlamentari del 29 marzo prossimo. I media nazionali sembrano aver completamente rimosso questa importante tornata elettorale. Per aiutare a rompere questo muro di indifferenza, almeno localmente, abbiamo deciso di uscire allo scoperto e di assumere pubblicamente una posizione, chiara e netta: per noi è No". Lo dichiarano i Giovani Democratici di Cesena.

"Con coraggio diciamo No perché la riforma, scritta senza essere integrata in alcun progetto costituzionale complessivo e a fronte di un irrisorio metà caffè risparmiato all’anno per cittadino, porterà non solo alla diminuzione dell’efficienza del Parlamento – meno contatto fra eletti ed elettori, più potere ai capi di partito – ma soprattutto porterà ad una inferiore rappresentanza territoriale laddove, invece, è importante far sentire anche la voce dei centri meno popolosi. Purtroppo la riforma andrà a colpire soprattutto le regioni medio-piccole. Dunque, anche la nostra Romagna si troverà ad avere meno rappresentanti in Parlamento".

"Quindi - concludono i Giovani Democratici di Cesena - nelle prossime settimane, porteremo avanti con convinzione la campagna per il No. Chiunque desideri approfondire il tema o darci una mano può scrivere al nostro indirizzo e-mail gdcesena@gmail.com, rimaniamo a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum sul "taglio dei parlamentari", i Giovani Democratici: "Per noi è No"

CesenaToday è in caricamento