Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica

M5S: "No della maggioranza ad una commissione ad hoc per la sicurezza". Lega: "Doccia fredda"

"È sotto gli occhi di tutti - prosegue il M5S - che il problema microcriminalità e reati collegati a spaccio sono in forte aumento"

"L’argomento sicurezza è sempre quello che dà più fastidio alla nostra giunta e al PD. Sarà perché scalfisce pesantemente quella immagine di città felice che il sindaco e il suo partito vogliono continuamente trasmettere; sarà perché ogni volta davanti ad un fatto di delinquenza o violenza l’unica strada del PD e del sindaco è ed è stata quella di parlarne come un fatto marginale". E' la posizione del M5S di Cesena che dettaglia: "Ieri (martedì 22 giugno) però in consiglio comunale si è arrivati al culmine. Di fronte a fatti sempre più gravi e frequenti di violenza urbana, la maggioranza non ha saputo fare altro che respingere un Odg del gruppo Lega appoggiato tra gli altri anche dal M5S che prevedeva l’istituzione di una commissione ad hoc sulla sicurezza, una semplice commissione temporanea respinta con la scusa che l’atteggiamento dell’opposizione è stato fazioso e offensivo nei confronti del PD, quindi senza entrare nel merito della questione".

"È sotto gli occhi di tutti - prosegue il M5S - che il problema microcriminalità e reati collegati a spaccio sono in forte aumento, ma misure dirette atte a contenere tali situazioni criminose, ad es maggiore presenza di Agenti di Polizia locale nelle zone “calde” o negli orari di maggior flusso di studenti, ad esempio alla stazione FS o nel piazzale delle autolinee, sono considerate dal PD repressive, antidemocratiche. Sono note queste, dettate dalla frustrazione, dall'amarezza per aver assistito ad uno spettacolo puerile, di ripicca e risentimento; essere stati chiamati ad un compito che l’amministrazione e il PD sembra comunque che non vogliano assumersi, priva la città di uno strumento utilissimo per iniziare a condividere idee e soluzioni mirate ad affrontare finalmente e con impegno il problema sicurezza. Da anni ce ne interessiamo. Sarebbe ora di provare a risolverlo".                          

“Si è parlato del problema sicurezza a Cesena in due riprese. La prima in apertura di seduta con il sindaco Enzo Lattuca che ha risposto a una nostra interpellanza e in chiusura quando si è aperto un acceso dibattito sul nostro ordine del giorno dove chiedevamo l’istituzione di una commissione speciale temporanea per elaborare un piano bipartisan antidegrado e per la sicurezza urbana. Dato eclatante l’assenza o, meglio, il silenzio inspiegato e inspiegabile dell’assessore al ramo Luca Ferrini. E’ stato il sindaco a prendere le sue veci dando l’impressione di aver incominciato a capire la portata del problema e di aver cambiato posizione rispetto ai mesi passati quando, alla pari di Ferrini, sbeffeggiava le nostre denunce”. Lo affermano in una nota i consiglieri della Lega Enrico Sirotti Gaudenzi e Fabio Biguzzi.

“Lo stesso Ferrini, nei giorni scorsi, sembrava aver aperto alla commissione temporanea speciale. Doccia fredda, invece, in Aula. Il gruppo PD ha bocciato pretestuosamente la commissione, approvata invece da Cambiamo e M5s, contraddicendo nei fatti l’assessore del PRI e dando l’idea di prendere le distanze perfino dal sindaco (assente dall’Aula durante il dibattito) che aveva usato toni più distensivi rispondendo all’interpellanza. Inutile girarci intorno: nel DNA cultural/politico del PD cesenate il complesso problema della sicurezza è all’ultimo posto. Soprattutto non interessa coinvolgere le minoranze in una sua ipotetica soluzione, nonostante il fallimento delle politiche fin qui adottate. Una posizione incomprensibile di fronte al ramo d’ulivo messo sul tavolo dalla Lega con la proposta della commissione che aveva come unico fine quello di dare risposte ai cittadini esasperati. Inaccettabile, infine, la proposta del capogruppo Pd di rimettere tutto alla prima commissione. Insomma, il solito pateracchio della maggioranza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5S: "No della maggioranza ad una commissione ad hoc per la sicurezza". Lega: "Doccia fredda"

CesenaToday è in caricamento