Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Giorno del ricordo, l'opposizione accusa: "Silenzio totale dell'amministrazione"

"Nella Giornata della memoria l'amministrazione Bisacchi si dimentica completamente della strage di italiani massacrati dai partigiani jugoslavi di Tito e non dice una parola"

"Nonostante l'appello del Presidente Mattarella sulla giornata dedicata al ricordo delle vittime delle foibe, la settimana gambettolese ha visto passare la data del 10 febbraio nel totale silenzio dell'amministrazione cittadina". Lo sottolineano  gli esponenti dell'opposizione, i consiglieri  Emiliano Paesani e Daniele Marchetti.

"Nella Giornata della memoria l'amministrazione Bisacchi si dimentica completamente della strage di italiani massacrati dai partigiani jugoslavi di Tito e non dice una parola. Non è accettabile che l'amministrazione gambettolese, sempre così attenta e puntuale nel sostenere visite della memoria e commemorare eccidi nazisti si dimentichi del più grave eccidio subito dal popolo italiano. A fine guerra infatti migliaia di donne, uomini, vecchi e bambini furono seviziati, stuprati e condannati a morire dopo essere stati gettati nelle foibe ancora vivi. Una dimenticanza inaccettabile quanto avvenuto a Gambettola-  non un comunicato stampa ne una parola di vicinanza al dramma degli italiani uccisi e dei Giuliano Dalmati costretti all'esilio. Non vorremmo che questo silenzio fosse un silenzio di approvazione degli orrori Comunisti ? o a quanto affermato da Palmiro Togliatti che il 30 novembre 1946 rivolgendosi agli esuli che riparavano in Italia affermò: “Non meritano davvero la nostra solidarietà ne hanno diritto a rubarci il pane e spazio che sono già così scarsi”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorno del ricordo, l'opposizione accusa: "Silenzio totale dell'amministrazione"

CesenaToday è in caricamento