Politica Savignano sul Rubicone

Ballottaggio, Savignano non svolta a destra. Dellapasqua batte Sarti per 300 voti ed è sindaco: "Il momento più bello della mia vita"

Affluenza molto bassa che si ferma al 49%, predominio Pd anche a Savignano dove si arrende per 300 voti il candidato sindaco del centrodestra Lorenzo Sarti. Festa per Nicola Dellapasqua

Nicola Dellapasqua è il nuovo sindaco di Savignano, nessuna sorpresa dalle urne. Dellapasqua vince col 52,43% dei voti contro il 47,57% racimolato da Sarti che deve arrendersi per poco più di 300 voti, questo il verdetto dopo le 17 sezioni scrutinate. 

Seggi chiusi alle ore 15 a Savignano sul Rubicone, in primis si è registrata una affluenza piuttosto bassa (49,22%) nel ballottaggio con il quale i savignanesi sono stati chiamati a scegliere il sindaco per i prossimi cinque anni. Al primo turno l'affluenza si era attestata poco sopra il 60%. A livello nazionale è stata ancora più bassa l'affluenza, il dato si è fermato al 47% in questi ballottaggi, sempre più ampio il partito dell'astensionismo.

Erano chiamati al voto 13674 cittadini. Vince Nicola Dellapasqua, candidato sindaco del centrosinistra e per dieci anni vice-sindaco nella giunta Giovannini, al primo turno aveva ottenuto il 48,3%. Deve arrendersi Lorenzo Sarti, candidato sindaco del centrodestra che era arrivato al primo turno al 34,16%. Architetto e figlio d'arte, visto che la madre Kitty Montemaggi fu candidata sindaca con An ed è una esponente storica della destra savignanese. Alla vigilia del voto non aveva fatto nessun apparentamento Luca Pirini, arrivato terzo al primo turno con la lista civica Coraggio Savignano Cambia, anche se aveva parlato di "momento dell'alternanza".

Dopo le prime sezioni scrutinate subito in vantaggio Dellapasqua, un dato che si è consolidato con il passare dei minuti confermando il predominio Pd anche a Savignano in queste elezioni amministrative che non hanno visto neanche un ribaltone nel Cesenate. I voti conquistati da Dellapasqua sono stati 3466, quelli conquistati da Sarti 3145, parecchi in più rispetto al primo turno ma non è bastato. I votanti sono stati 6730, 86 le schede nulle e 33 quelle bianche. Nella sede elettorale di Dellapasqua per i festeggiamenti è arrivato anche il sindaco di Cesena Enzo Lattuca insieme ad altri esponenti dem come il consigliere regionale Massimo Bulbi, Francesca Lucchi, Lia Montalti e Lorenzo Plumari. Presente ovviamente anche il sindaco uscente Filippo Giovannini che lascia il testimone a Dellapasqua per il governo della cittadina.

"Savignano è stata, è e sarà sempre la città che per me vale doppio - le parole di Dellapasqua affidate ad un post social - questa campagna elettorale ci restituisce una comunità che ha bisogno di sentirsi nuovamente unita. Nuovamente grande. Questo è il mio primo impegno come sindaco di Savignano sul Rubicone: unire la nostra comunità. È il momento più bello della mia vita, e per questa sensazione incredibile vi ringrazio una per una e uno per uno. Savignano per me è tutto e per Savignano darò tutto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ballottaggio, Savignano non svolta a destra. Dellapasqua batte Sarti per 300 voti ed è sindaco: "Il momento più bello della mia vita"
CesenaToday è in caricamento