Meteo, ultimi giorni di bel tempo. Poi il freddo, e forse anche la neve, la faranno da padrone

Dopo un lungo periodo avaro di precipitazioni, cambia lo scenario atmosferico. Una perturbazione è attesa tra giovedì e venerdì, associata ad un debole minimo depressionario

Il Generale Inverno si prepara a mostrare il suo lato più cattivo. Dopo un lungo periodo avaro di precipitazioni, cambia lo scenario atmosferico. Una perturbazione è attesa tra giovedì e venerdì, associata ad un debole minimo depressionario, determinando precipitazioni irregolari, nevose sino a quote attorno ai 600 metri. Nel weekend non si escludono sporadiche precipitazioni, più probabili sui rilievi, con quota neve attorno a 800 metri. La depressione a ridosso del medio-basso Tirreno richiamerà aria più fredda, con conseguente intensificazioni delle precipitazioni e possibilità di nevicate sino a bassa quota. Le temperature saranno inizialmente in calo, stazionarie successivamente e in ulteriore flessione a termine periodo.

La prossima settimana si annuncia perturbata, anche se i modelli matematici devono ancora inquadrare bene la posizione precisa della depressione che si verrà a formare a seguire dell'ingresso di masse d'aria artica molto fredda ed instabile. Sussistono infatti ancora delle incertezze da parte dei modelli su posizionamento dei minimi, quota neve ed intensità delle precipitazioni. C'è il rischio di nevicate in pianura tra il 21 e il 24 gennaio, soprattutto sul settore centro-occidentale della regione.

Illustra l'Arpae nel bollettino per la prossima settimana: "Si prospetta una settimana caratterizzata dalla presenza di una circolazione depressionaria sul Mediterraneo con buona probabilità di eventi di precipitazione significativi. Nel complesso infatti i quantitativi si prospettano superiori alla norma del periodo. L'afflusso di correnti di origine nord-orientale determinerà un marcato calo termico ad inizio periodo, le temperature tenderanno poi a risalire rimanendo comunque al di sotto della media climatologica".

Sul lungo termine, per il periodo compreso tra fine gennaio e la prima parte di febbraio, il periodo potrebbe essere caratterizzato "dalla prevalenza di flussi atlantici che potranno portare alcune onde depressionarie in area mediterranea. Saranno quindi possibili eventi di precipitazione con quantitativi complessivamente previsti superiori alla norma. Le temperature tenderanno a mantenersi su valori leggermente inferiori alla media climatologica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento