menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meteo, il 2016 nella “hit parade” delle annate più calde dal 1950

Quello andato in archivio, chiarisce, è stato "un anno molto caldo, che ha visto una anomalia di temperatura media di +1,2°C"

La Romagna ha la "febbre". E' quanto emerge dall'analisi climatologica del 2016, che si pone sul gradino più basso del podio nella classifica delle annate più calde dal 1950. A snocciolare i dati è Pierluigi Randi, meteorologo-previsore di MeteoCenter.it/Meteoromagna.com. Quello andato in archivio, chiarisce, è stato "un anno molto caldo, che ha visto una anomalia di temperatura media di +1,2°C". I primi due posti delle annate più calde sono occupati dal 2014 (anno più caldo in assoluto dell’intera serie) e dal 2015. Per Randi è la conferma "che la tendenza al riscaldamento presenta un segnale estremamente forte. Basti pensare che nella “hit parade” delle annate più calde dal 1950 i primi 10 posti sono occupati da anni appartenenti al nuovo millennio con la sola eccezione del 1994".

PRECIPITAZIONI - Sotto il profilo delle precipitazioni, osserva Randi, "il 2016 ha mostrato una piovosità maggiore rispetto alla media climatologica di riferimento, con circa il 10% in più delle piogge cumulate. Tale dato dà continuità ad una sequenza di annate più piovose nei confronti della climatologia regionale inaugurato nel 2013, pertanto il 2016 risulta il quarto anno consecutivo con precipitazioni superiori alla norma, aspetto che comunque non è affatto in contrasto con l’aumento delle temperature".

INVERNO ASSENTE - Prosegue l'esperto meteo nell'analisi del 2016: "A livello stagionale l’inverno 2015-2016 è stato praticamente assente (il terzo consecutivo somigliante più ad un autunno), risultando il terzo più caldo dal 1950 dopo il 2013-14 ed il 2006-2007 ed a pari merito con il 2014-2015. Particolarmente mite febbraio 2016, con un’anomalia di temperatura media di +3,3°C (il secondo più mite dal 1950 dopo quello del 2014). L'unica fase fredda è avvenuta tra il 17 ed il 25 gennaio, con minime prossime o di poco inferiori a -7°C nelle pianure interne. Si è trattato di un inverno anche assai piovoso, con un'anomalia pluviometrica di +40% rispetto alla norma; ciò nonostante un dicembre 2015 con scarsissime piogge. Molto piovoso è stato il mese di febbraio, con accumuli di pioggia ovunque superiori a 100 millimetri".

continua nella pagina successiva ====>

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Casa

Come eliminare l'odore del fumo in casa? Ecco tutti i segreti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento