menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oltre 17.700 litri di oli alimentari raccolti nel 2015 a Cesena grazie ai contenitori stradali

L’olio alimentare esausto è un rifiuto pericoloso: se versato nello scarico del lavandino, e quindi nelle fognature, può provocare danni al sistema di depurazione e alle reti fognarie, causando un importante aggravio all’inquinamento ambientale

Oltre 17 tonnellate di oli alimentari raccolti nel 2015 grazie agli 8 contenitori stradali dislocati in tutto il territorio comunale. Questi i dati della raccolta dell’olio vegetale, potenziata dal 19 novembre 2013 grazie all’inserimento di 8 postazioni stradali che si affiancano alle stazioni ecologiche di via Spinelli e via Romea, dove questo tipo di scarto di cucina si può continuare a conferire. E si tratta di una raccolta in forte crescita: nel 2015 è aumentata di oltre il 56% rispetto al 2014: 17.727 litri di olio conferito contro gli 11.327 litri dell’anno precedente.

Come conferire l’olio vegetale in modo più pulito - L’olio alimentare (cioè l’olio adoperato in cucina, quello da frittura o utilizzato per conservare gli alimenti nei vasetti) può essere conferito nei contenitori all’interno di normali bottiglie o flaconi in plastica (diametro massimo 18 cm), chiusi con il loro tappo: non è quindi necessario versare direttamente l’olio nelle colonnine o nei contenitori, superando il rischio di imbrattare/sporcare l’ambiente circostante. Un servizio, insomma, più pulito.

Una raccolta a tutela dell’ambiente - L’olio alimentare esausto è un rifiuto pericoloso: se versato nello scarico del lavandino, e quindi nelle fognature, può provocare danni al sistema di depurazione e alle reti fognarie, causando un importante aggravio all’inquinamento ambientale. Inoltre, se finisce nell’ambiente o se viene versato impropriamente nell’acqua o nel suolo, anche un solo litro di olio può contaminare seriamente la falda e le acque superficiali, formando una pellicola che ostacola l’ossigenazione dell’acqua. Sono queste le ragioni per cui Hera e il Comune di Cesena, il primo della provincia di Forlì-Cesena, da novembre 2013 hanno attivato questo servizio di raccolta stradale degli oli da cucina (oli da frittura o utilizzati per conservare gli alimenti nei vasetti), già sperimentato con successo in altri Comuni romagnoli, per smaltire in maniera corretta l’olio alimentare esausto e garantire la salvaguardia dell’ambiente.

Da rifiuto pericoloso e risorsa per produrre energia elettrica o biodiesel - Grazie all’operazione, l’olio raccolto da Hera diventa invece risorsa: infatti, opportunamente trattato, viene utilizzato per produrre energia elettrica o biodiesel. Con 1.000 tonnellate di olio alimentare è possibile produrre energia elettrica per sostenere i consumi di circa 4.000 abitanti, mentre da un litro si ricavano circa 0,85 litri di biodiesel, da utilizzare come combustibile negli impianti di riscaldamento o come carburante, miscelato con il gasolio o da solo, in grado di contribuire alla riduzione dei gas serra con emissioni di oltre l’80% inferiori ai combustibili derivanti dal petrolio. Una volta a regime, con questa iniziativa, che si svilupperà progressivamente nei prossimi anni, si stima di poter intercettare oltre 3.000 ton/anno di olio alimentare esausto che consentirà sia di evitare il consumo di circa 6.000 ton/anno di petrolio equivalente (TEP), sia l’emissione in atmosfera di circa 18.500 ton/anno di CO2. 

A Cesena 8 postazioni stradali per una raccolta più capillare e comoda

Le colonnine per la raccolta degli oli alimentari sono distribuite in modo omogeneo su tutto il territorio cesenate:
Piazza Della Libertà (aiuola lato Duomo - zona Centro Storico)
Via Marino Moretti (di fianco alla Casa dell’Acqua di Case Finali di fronte al campo sportivo)
Via Montaletto (di fianco alla Casa dell’Acqua di San Giorgio)
Via Pacchioni (nei pressi del supermercato Conad di Ponte Abadesse)
Via Pier Maria Caporali n° 4 (zona Centro Storico)
Via IV Novembre (di fianco alla Casa Dell'Acqua di fronte alla Scuola della Polizia Stradale)
Via Viareggio n° 86 (quartiere Oltresavio - località San Mauro in Valle)
Via Chiesa di S. Egidio n° 60 (località S. Egidio).
Per conoscere l’elenco aggiornato delle postazioni, visitare il sito: www.ilrifiutologo.it/oliCesena.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Casa

Come eliminare l'odore del fumo in casa? Ecco tutti i segreti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento