rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
life Cesenatico

Cesenatico, analisi degli odori del depuratore: si accendono i nasi elettronici

"Si tratta di un’iniziativa in linea con il mio programma di mandato", commenta il sindaco di Cesenatico, Matteo Gozzoli

Si accendono i nasi elettronici. Il depuratore di Cesenatico, recentemente potenziato da Hera per adeguarlo alle esigenze del territorio, sarà sottoposto per circa un mese ad approfondite indagini olfattometriche, condotte con tecniche avanzate in grado di valutare al meglio gli interventi di mitigazione dell’odore messi in campo e di rispondere alle richieste degli Organismi di Controllo.

Da sempre attento ai profili di sostenibilità delle proprie strutture impiantistiche, il Gruppo Hera, tramite i propri Laboratori, ha scelto di intraprendere questa attività di monitoraggio facendo ricorso alle più avanzate metodologie disponibili, con l’obiettivo di pervenire a risultati oggettivi, in linea con le attese della comunità e della stessa azienda, costantemente impegnata nel miglioramento dei propri servizi.

Le attività previste dallo studio di monitoraggio sono state identificate dai Laboratori Hera, in condivisione con il partner Lod, poi validate dagli organi di controllo, e sono divise in tre fasi: indagine olfattometrica sulle emissioni, condotta non soltanto nelle diverse fasi operative ma anche in quelle di miglioramento gestionale del depuratore; modellistica della dispersione, tesa a misurare la variazione dell’impatto olfattivo a seguito delle attività di miglioramento e di mitigazione degli odori; monitoraggio con i cosiddetti “nasi elettronici”, utilizzati per tracciare l’origine degli odori e capire quale percentuale degli stessi, con riferimento ai recettori individuati, sia riconducibile all’impianto.

Un naso elettronico è stato posizionato presso l’impianto, mentre l’altro viene collocato in 4 punti strategici per l’intercettazione degli odori, identificati in accordo con gli Organi di controllo, facendovi tappa per una settimana: attualmente si trova di fronte al serbatoio di via Torre Malatestiana, poi da giovedì prrosimo sarà operativo al Ponte del Gatto, per essere poi trasferito vicino alla Nuova Famiglia e infine nella zona del cimitero. Il monitoraggio è realizzato sotto la regia e supervisione dei Laboratori Hera, che eseguono tutta la parte relativa alla caratterizzazione e individuazione delle sostanze odorigene e si avvale della competenza di Lod per le misure olfattometriche, un laboratorio specializzato nel campo dell’olfattometria dinamica, costituitosi come spin-off dell’Università di Udine.

“Questa fase di studio e ricognizione aggiunge così un ulteriore tassello all’impegno profuso da Hera per garantire alla comunità locale un servizio idrico integrato, efficiente e innovativo - dichiara Franco Fogacci, direttore Acqua del Gruppo Hera -. Lo stesso potenziamento del depuratore di Cesenatico, ultimato lo scorso anno, si inserisce a pieno titolo fra le azioni più significative realizzate, con lo scopo di contrastare anche il problema degli odori che affliggono il territorio soprattutto nel periodo estivo. Un territorio il cui mare ha peraltro sempre ottenuto, nel corso degli ultimi anni, l’importante e indicativo riconoscimento della bandiera blu. L’indagine in corso insiste precisamente in questa direzione, mette a frutto tecniche particolarmente innovative per il settore della depurazione e ci permetterà di valutare gli interventi migliorativi intrapresi nonché l’opportunità di eventuali e ulteriori azioni”.  

Franco Sami, direttore dei Servizi Tecnici di Hera Spa precisa: “L’attività in corso è stata progettata e realizzata grazie alla competenza e professionalità espressa dai tecnici del nostro Laboratorio e alle moderne attrezzature per campionamento e analisi di cui i laboratori di Hera sono dotati. Il settore degli “odori” costituisce un campo di azione importante per il miglioramento della qualità dell’ambiente e  arricchisce ulteriormente gli ambiti di intervento dei nostri Laboratori”.  Matteo Gozzoli, sindaco di Cesenatico prosegue: “Si tratta di un’iniziativa in linea con il mio programma di mandato. L’attenzione alla qualità ambientale è in vetta alla nostra agenda e – appena insediati – abbiamo subito preso contatti con Hera per definire i dettagli dell’installazione dei nasi. Ringrazio i responsabili del Gruppo Hera e l’assessore all’ambiente Valentina Montalti per aver gestito in modo rapido ed efficace la situazione. Sono sicuro che dalle analisi emergeranno elementi utili per migliorare la qualità ambientale e capire finalmente l’origine dei cattivi odori che in passato hanno caratterizzato la stagione estiva”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesenatico, analisi degli odori del depuratore: si accendono i nasi elettronici

CesenaToday è in caricamento