menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alla scuola media di Savignano arrivano borracce e acqua alla spina

“Celebriamo la giornata mondiale dell'acqua di domenica - spiega il sindaco Filippo Giovannini - con un'iniziativa pensata per le nuove generazioni, estendendo gli erogatori già presenti in Comune anche agli ambienti della scuola media

A scuola si potrà bere acqua “alla spina” senza bisogno di acquistare, e poi dover smaltire, le bottigliette in pet: a Savignano sono oltre cinquecento i ragazzi della scuola media Giulio Cesare che nella mattina di sabato hanno ricevuto la borraccia personalizzata – per iniziativa di Comune, Adriatica Acque, Unica Reti e Hera - da riempire con l'acqua dei due nuovi erogatori appena installati a scuola. Sindaco, preside e tecnici hanno infatti inaugurato i due nuovi erogatori: tutti hanno subito voluto sperimentare “l'acqua del sindaco”, mettendosi in fila per riempire la borraccia nell'atrio centrale, dove è collocato uno dei distributori.

Ogni erogatore è infatti collegato alla rete idrica, per offrire acqua raffrescata a temperatura ambiente in due diversi punti della scuola. Al suo interno la torretta contiene un contalitri che permette di monitorare quanta acqua viene erogata, per poi poter aggiornare i ragazzi sui risparmi ottenuti in termini di impatto ambientale. Proprio per renderli più consapevoli agli studenti è stato distribuito il pieghevole che illustra i vantaggi economici e ambientali che si ottengono limitando al massimo consumo e smaltimento delle vecchie bottigliette in plastica.

Parte dell'intervento è finanziata con i ricavi della Casina dell'acqua di via Togliatti, dove l'erogazione dell'acqua naturale è gratuita mentre per quella dell'acqua gasata viene richiesto un contributo simbolico di cinque centesimi a litro. “Celebriamo la giornata mondiale dell'acqua di domenica - spiega il sindaco Filippo Giovannini - con un'iniziativa pensata per le nuove generazioni, estendendo gli erogatori già presenti in Comune anche agli ambienti della scuola media. La casetta dell'acqua qui a Savignano è molto utilizzata e apprezzata, perciò siamo certi che i ragazzi e le loro famiglie saranno molto solerti nel cogliere queste opportunità di risparmio e tutela dell'ambiente dentro e fuori la scuola”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento