Hera Start Up: un’offerta luce, gas, e servizi ambientali per le imprese di under 35

“Questa proposta del Gruppo Hera – sottolineano il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore all' Innovazione e Sviluppo Tommaso Dionigi – si pone perfettamente in linea con le iniziative intraprese dal Comune di Cesena per offrire sostegno alla nuova imprenditoria e al lavoro"

Uno strumento ad hoc messo a punto per sostenere i giovani imprenditori nella fase di avvio della loro attività e di confronto con il mercato. Si chiama Hera Start Up ed è l’offerta che la multiutility, in collaborazione con Aster e attraverso le società del Gruppo Hera Comm,  Acantho e Herambiente, propone alle start up del territorio. Il pacchetto comprende un’offerta di fornitura di energia elettrica e gas e una serie di servizi essenziali a condizioni estremamente convenienti.

L’iniziativa è stata presentata dall’Amministratore Delegato del Gruppo Hera Stefano Venier, il sindaco di Cesena Paolo Lucchi e l’Amministratore Delegato di Hera Comm Cristian Fabbri. La decisione di proporre ai territori di insediamento questa opportunità nasce dalla consapevolezza, condivisa con i comuni soci, che, soprattutto in una fase così complessa per l’economia del Paese, il ruolo di una multiutility non possa limitarsi a quello di fornitore di pubblici servizi, seppur erogati con qualità ed efficienza. Ma debba piuttosto caratterizzarsi, ad ampio spettro, come elemento in grado di rendere più competitivo e attrattivo un territorio.

I requisiti - La proposta Hera è rivolta alle aziende in fase di start up dell’Emilia-Romagna. L’attività deve essere avviata da meno di 18 mesi e il titolare, o almeno la metà dei soci della start up, deve avere meno di 35 anni al momento della sottoscrizione del contratto (nell’allegato 1 sono elencati i principali requisiti di accesso).

L’energia col prezzo all’ingrosso - Per quanto riguarda l’energia, l’offerta Hera Start up consente di avere energia elettrica e gas a mercato libero, ad un costo sensibilmente migliore delle tariffe regolate. Il cliente pagherà il prezzo del mercato all’ingrosso dell’energia (un’opportunità solitamente riservata solo ai grandi operatori) con un piccolo contributo sui consumi che per il primo anno è gratuito.  

Pagamento a 60 giorni e bollette on-line - Hera Start up prevede il pagamento delle fatture a 60 giorni, anziché i consueti 20, e la domiciliazione bancaria o postale delle fatture stesse. I giovani imprenditori e imprenditrici interessati potranno sottoscrivere l’offerta on line collegandosi al sito startup.gruppohera.it. Sul sito è presente anche una sezione dedicata ai partner dell’iniziativa, come istituzioni ed enti attivi a livello regionale e nazionale per lo sviluppo delle neo-imprese. Inoltre, le bollette saranno esclusivamente elettroniche e si riceveranno via e-mail: un modo per snellire l’operatività e contribuire concretamente alla sostenibilità ambientale.

Un pacchetto comprensivo di Internet e Telefonia - L’offerta comprende la possibilità di aggiungere a luce e gas anche la fornitura di servizi di telecomunicazione, grazie alla società del Gruppo Hera, Acantho. I clienti beneficeranno di prezzi convenienti per la navigazione su Internet e le telefonate. La connessione web illimitata, le chiamate illimitate verso i numeri fissi nazionali e 60 minuti verso i telefoni cellulari costeranno solo 32 euro al mese + Iva. Il prezzo è bloccato per tutta la durata del contratto. Un pacchetto vantaggioso, che farà risparmiare almeno 90 euro all’anno rispetto ai servizi forniti da altri operatori nazionali dedicati alle utenze business.

Una consulenza gratuita per lo smaltimento dei rifiuti - Grazie a Herambiente, leader nazionale nel trattamento dei rifiuti, le nuove imprese potranno richiedere un preventivo gratuito per la valutazione dei rifiuti prodotti e ricevere un’offerta economica per lo smaltimento definita sulle esigenze specifiche. “Nella visione del Gruppo Hera, una local utility rappresenta un elemento centrale nello sviluppo di infrastrutture materiali e immateriali che rendano sempre più competitivo e sostenibile il territorio”, spiega Stefano Venier, Amministratore Delegato del Gruppo Hera. “La proposta presentata oggi va esattamente in questa direzione e credo possa rappresentare un concreto contributo ad aiutare i giovani a intraprendere una nuova via imprenditoriale, di cui il Paese ha forte bisogno, così come il territorio emiliano romagnolo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questa proposta del Gruppo Hera – sottolineano il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore all' Innovazione e Sviluppo Tommaso Dionigi – si pone perfettamente in linea con le iniziative intraprese dal Comune di Cesena per offrire sostegno alla nuova imprenditoria e al lavoro, più che mai indispensabile in questa difficile fase congiunturale. Va in questa direzione, ad esempio, CesenaLab,  l’incubatore di impresa in ambito digital web e new media che abbiamo avviato lo scorso anno e che già oggi ospita una mezza dozzina di start up. Ma anche l’imminente varo della “No tax area” (e cioè l'azzeramento di IMU, TASI, TARI, IRPEF, Tassa di occupazione di suolo pubblico e della pubblicità) i primi tre anni di attività delle imprese di nuova costituzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento