Tutti i bambini hanno un talento, la scuola prova a coltivarlo: l'idea delle maestre della "Saffi"

Ognuno, infatti, nasce con un talento particolare,  a volte riesce a emergere, altre volte no. E non sempre è responsabilità nostra, a volte dipende anche dagli incontri che facciamo nel corso della vita

Ogni bambino nasconde in sé un talento, un'abilità speciale che va notata e coltivata. Lo sanno bene le maestre della scuola primaria Aurelio Saffi, 3° circolo didattico, che quest'anno, ispirandosi a una frase di Seneca, hanno organizzato un progetto di plesso dal titolo "Quando il talento incontra l'opportunità...La fortuna non esiste, esiste il momento in cui il talento incontra l'opportunità".

Ognuno, infatti, nasce con un talento particolare,  a volte riesce a emergere, altre volte no. E non sempre è responsabilità nostra, a volte dipende anche dagli incontri che facciamo nel corso della vita. Proprio per questo la scuola, con maestre attente e capaci, si propone di creare opportunità favorendo tali incontri. Ma come si fa a notare e a coltivare un talento? "Con gli stimoli giusti e l'attenzione  - spiegano le maestre - Per esempio nella scuola Saffi si lavora molto con la musica, le storie e gli incontri con persone che del loro talento ne hanno fatto un lavoro".

Martedì 17 dicembre dalle 16.30 alle 17.30 il corpo docenti della scuola Saffi, che si trova nel cuore della città, in piazzale San Domenico e che attualmente ospita 180 studenti, aprirà le porte e le aule a tutte le famiglie che a gennaio dovranno iscrivere per il prossimo anno i figli alla prima classe della primaria, per informare, far conoscere e illustrare i programmi che ogni anno vengono attivati nella scuola.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Abbiamo bambini italiani e di altre etnie - continuano le maestre - tutti ben integrati che portano ricchezza e originalità al plesso. Oltre a loro ci sono gli insegnanti, il personale ausiliario e le famiglie che da anni collaborano insieme per realizzare progetti e attività che hanno reso la scuola sempre più accogliente e tecnologica. La scuola, inoltre, offre  il servizio di pre e post scuola gestito da una cooperativa". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Università: aumentano gli iscritti, ma la media europea resta lontana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento