rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
CesenaToday

Famiglini (Pli): "No alla raccolta “porta a porta” dei rifiuti"

Ci opponiamo a questa possibilità in quanto la raccolta “porta a porta” si tradurrebbe sia in un aumento di costi per la collettività da pagarsi in bolletta che in un disagio per la cittadinanza. Meglio potenziare la raccolta differenziata.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Sia il Movimento Cinque Stelle che il Partito Democratico, per ragioni differenti, intendono spingere il comune di Cesenatico ad adottare la raccolta "porta a porta". Per quanto ci riguarda ci opponiamo a questa possibilità in quanto la raccolta "porta a porta" si tradurrebbe sia in un aumento di costi per la collettività da pagarsi in bolletta che in un disagio per la cittadinanza, soprattutto pensando al prolungato stazionamento della componente umida dei rifiuti e a coloro che vivono in condominio. A nostro avviso sarebbe piuttosto necessario sensibilizzare maggiormente la popolazione a proseguire sulla strada della raccolta differenziata potenziando la presenza degli appositi raccoglitori laddove questi non siano posizionati in maniera sufficiente ed adeguata.

Plaudiamo invece all'installazione di raccoglitori di rifiuti interrati che perseguono un progetto di civiltà che avvicina la nostra città agli standard europei. Non comprendiamo per quale motivo il Partito Democratico abbia optato per il "porta a porta" quando sappiamo bene che alcuni suoi importanti esponenti locali si siano detti contrari in sede di riunione presso i quartieri rispetto tale evenienza. Se da un lato sappiamo che il Movimento Cinque Stelle promuove la realizzazione di tale tipo di raccolta dei rifiuti perché lo stesso Grillo ha dato pubblicamente spazio ad aziende che operano nel settore (presentandole ai suoi sostenitori come la "Soluzione" al problema rifiuti), dall'altro non crediamo che correre all'inseguimento dei "grillini" su una proposta che necessiterebbe di una maggiore condivisione pubblica e di una consultazione preventiva dei cittadini coinvolti (ci è noto che in via sperimentale "qualcuno" vorrebbe usare come apri-pista i quartieri "Madonnina-S.Teresa") possa essere la scelta giusta per risolvere concretamente i problemi di questa città. Occorrono idee nuove per lo sviluppo e la salvaguardia del territorio, non nuovi costosi "bidoni" da rifilare alla gente.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglini (Pli): "No alla raccolta “porta a porta” dei rifiuti"

CesenaToday è in caricamento