rotate-mobile
WeekEnd

Carnevale al Vidia coi Lennon Kelly, Ascanio Celestini, Marta Cuscunà: ecco gli ingredienti del weekend cesenate

Un fine settimana caratterizzato da qualche festeggiamento carnevalesco, anche se ancora sottotono: riapre il Vidia di San Vittore con il live dei Lennon Kelly nel ricordo della tradizionale festa di Carnevale. I palchi dei teatri ospitano, tra gli altri, Ascanio Celestini che rende omaggio a Pasolini

Il nuovo weekend si annuncia ricco di emozioni: memoria, movimenti tra danza e note, fantascienza ed animazione, maschere tra campi da rugby, rock, favole in musica e trampolieri. Visite serali ai tesori delle città, arte applicata, mostre diffuse, personaggi femminili fantastici, scatti d'autore e mondi magici. Ecco tutti gli eventi da venerdì a domenica sul territorio cesenate.

A calcare i palchi dei teatri

Per Ascanio Celestini la memoria è al centro della ricerca artistica, lo dimosterà a Palazzo Dolcini, teatro comunale di Mercato Saraceno, domenica, con  “Museo Pasolini”. Il nuovo spettacolo è un omaggio al grande scrittore e regista friulano, di cui ricorre nel 2022 il centenario della nascita. Attraverso le testimonianze di uno storico, uno psicanalista, uno scrittore, un criminologo, si compone un ipotetico museo dedicato al grande intellettuale. Musica e balletto sono invece l’accoppiata che il Teatro Comunale di Cesenatico propone ai suoi ospiti, sempre domenica:  “Movimenti” celebra l’armonia e l’eleganza tipica di chi sa danzare su un sentiero di note. Gran cerimoniere dei tasti bianchi e neri sarà Andrea Rebaudengo, un fuoriclasse del piano che ha accompagnato, tra gli altri, anche Franco Battiato. Ambasciatori di eleganza alla ribalta invece saranno i ballerini Stefania Ballone, Francesco Mascia, Rinaldo Venuti e Gioacchino Starace. Fino a domenica Marta Cuscuna? è a Cesena per presentare al Teatro Bonci "Earthbound", ovvero le storie delle Camille: lo spettacolo è un monologo di fantascienza per attrice e creature animatroniche, progettate per essere attivate dal movimento umano, che, ibridando la tradizione del teatro di figura con tecniche di animazione innovative, trasforma in teatro il pensiero eco-femminista della filosofa americana Donna Haraway.

Carnevale dal Vidia al campo da rugby

Il Cesena Rugby 1970 FC organizza per venerdì un allenamento speciale per tutti i suoi bambini e bambine, ragazzi e ragazze, e per tutti coloro che vorranno parteciparte. Le attività non solo saranno svolte in maschera ma alla fine a tutti verrà offerto il Terzo tempo come nel più tradizionale stile rugbistico. Riparte la stagione del Vidia Club, nella serata "Flinstone remember Carnival party", sabato nello storico locale di San Vittore, con live dei Lennon Kelly e il dj-set su 3 piste. Il progetto Lennon Kelly prende vita nel 2011 a Cesena, tra le verdi colline romagnole: melodie irlandesi si fondono con il punk così come con il rock, jigs e reels, testi in stile cantautorato diretti e rabbiosi. Sempre sabato al Conservatorio “B. Maderna” sarà eseguita una favola musicale come concerto di Carnevale, “Zara e gli strumenti rubati”, composta da Giorgio Babbini che, insieme all’attore Denis Campitelli e all’ensemble strumentale del Conservatorio, ne cura la realizzazione in collaborazione con i laboratori musicali del progetto “Le città della musica: Cesena in musica”. Domenica l’evento sarà replicato al Teatro Victor di San Vittore. Ancora un altro appuntamqnto con le manifestazioni carnevalesche in forma ridotta, domenica, quando colorati artisti di strada sfileranno e coinvolgeranno il pubblico sul Porto Canale di Cesenatico, con clownerie e giocolerie accompagnati da un maestoso trampoliere.

Musica e visite

Sabato alle Cantine di Villa Nellcote di Cesena andrà in scena lo spettacolo del cantautore genovese Max Manfredi. L’artista, che nel 1994 ebbe l’opportunità di collaborare Fabrizio De André, fu definito dallo stesso “Faber” nel 1997 in un’intervista con Monica Di Carlo come “il più bravo tra i cantautori italiani”.  Nella stessa giornata appuntamento anche alla Rocca malatestiana di Cesena per una visita notturna al complesso della fortezza, tra camminamenti interni, spalti dove osservare la luna e le stelle e le torri mastio e femmina, concludendo poi la serata con una cena romagnola.

Cosa fare nel weekend a Forlì

Cosa fare nel weekend a Ravenna

Cosa fare nel weekend a Rimini

In mostra e sul grande schermo

Confluisce in una maostra il laboratorio di arte applicata, nuova proposta di Claudia Castellucci, drammaturga, coreografa e didatta, cofondatrice della nota compagnia teatrale Societas. L’esperienza apre al pubblico sabato al Teatro Comandini di Cesena, con una mostra delle opere prodotte nel corso del laboratorio, dove la questione stessa dell’esposizione dei quadri e dei manufatti è stata posta come cruciale per stabilire un nuovo rapporto dell’arte e del suo uso, e che dunque gli artisti e artigiani affrontano ora attraverso un allestimento da farsi sotto gli occhi dei visitatori. Quarto evento espositivo della Fondazione Tito Balestra: è la volta dell’artista ravennate, di formazione mosaicista, Giuliano Babini. Novità di questa mostra, "My scraps my memories", è l’esposizione in tre sedi diverse messe in rete, attraverso il concetto di tour di Longiano che collega i luoghi della cultura, della bellezza e del buon vivere: Villa Margherita che ospiterà 10 opere, Teatro Petrella con tre opere posizionate nel foyer che accolgono ogni volta gli spettatori, e due opere alla Fondazione Balestra all’interno del Castello Malatestiano di Longiano.  Anche la collettiva "Solidiliquidi"  è aperta al pubblico alla Galleria Comunale Leonardo da Vinci di Cesenatico. Questo progetto di mostra vede coinvolti quattro artisti dalle personalità e dai linguaggi differenti: Paola Babini, Rosetta Berardi, Francesco Bocchini e Federica Giulianini, messi a confronto e in dialogo generazionale per tecniche e scelte poetiche. Alla Galleria Pescheria di Cesena è invece visitabile la la mostra “Le Credenze delle Ovarole” con le opere di Tonina Cianca. L’esposizione, allestita nella ricorrenza del decennale della scomparsa della pittrice, consentirà al pubblico di ritrovare i celebri personaggi femminili scaturiti dalla fantasia dell’artista cesenaticense e generati da sue precise esperienze di vita. Scatti di Auschwitz per ricordare: savignano omaggia per l'ultimo weekend la Giornata della Memoria con il linguaggio più congeniale, la fotografia. Sono visibili a Palazzo Vendemini una serie di scatti di autore anonimo, realizzati all’incirca negli anni settanta, fotografie in bianco e nero di dimensione 40x30, un breve ma significativo reportage raccolto all’interno del campo di sterminio tristemente famoso. La Galleria del Ridotto di Cesena ospita la mostra “Dream” di Matteo Maria Salvo. Il titolo ben rappresenta la volontà di riferirsi a un mondo magico che trascende la realtà. La pittura colorata, espressiva - a tratti decorativa – di Matteo Maria Salvo si appropria di un gesto che deriva dalla vitalità dell’illustrazione per approdare a un esito dichiaratamente pittorico che fa del colore il suo cardine fondamentale.  Si conclude la programmazione del Cinema Teatro Moderno per il mese di febbraio.  L’ultimo appuntamento, sabato e domenica, sarà con "È andato tutto bene" di Francois Ozon, con Sophie Marceau. Per i ragazzi bis de "Il lupo e il leone".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carnevale al Vidia coi Lennon Kelly, Ascanio Celestini, Marta Cuscunà: ecco gli ingredienti del weekend cesenate

CesenaToday è in caricamento