rotate-mobile
WeekEnd

Giornata della terra, Sagra della fiorentina, Domeniche di primavera, Vita balera: si presenta il weekend cesenate

Ritornano a Cesena anche le domeniche di Primavera, esperienze guidate a tema, alla scoperta del territorio e della sua storia: questa volta il tema proposto è la Liberazione

Cesena celebra la 54esima Giornata mondiale della terra, a partire da sabato, con la grande festa dell’Earth Day alla presenza degli studenti delle scuole, mentre nel pomeriggio la manifestazione si sposterà al Foro annonario; domenica andranno in scena una camminata urbana con il performer Enrico Malatesta ed una pedalata lungo la ciclabile del Pisciatello. Ma sono tanti gli appuntamenti del fine settimana, eccoli da venerdì a domenica.

Sagre e fiere

Torna la Sagra della bistecca alla fiorentina di Razza Romagnola a Ranchio, domenica, con l'obiettivo di promuovere e valorizzare la carne bovina di questa razza: si parte al mattino con il mercato ambulante di prodotti tipici e lo stand gastronomico gestito dalla Pro Loco. Dalle sagre alle fiere, gli arredi da esterno, gli oggetti decorativi per abbellire prati e aiuole, gli accessori per rendere accoglienti gli spazi outdoor, sono i protagonisti dello speciale “Arte e design da giardino”, che si terrà per la prima volta sabato e domenica nei padiglioni di Cesena Fiera, in concomitanza con l’ultimo appuntamento stagionale di “C’era una volta”, la fiera dedicata all' officina antiquaria, vintage e brocantage. I mercatini di primavera si svolgono invece in centro storico a Cesenatico e sul porto canale del borgo marinaro: le prime bancarelle allestite saranno quelle del Mercatino delle Vele che animeranno il passeggio lungo il porto canale leonardesco, il Mercatino della Creatività di Primavera invece colorerà il centro storico.

Alla scoperta del territorio

Le porte di Casa Serra tornano ad aprirsi sabato con le straordinarie visite guidate a cura degli studenti ciceroni dell’indirizzo Turistico dell’Istituto “R. Serra” di Cesena: per l’occasione Cristina Lentini dell’Associazione “Deina” presenterà il nuovo librogame dedicato all’illustre cesenate. Ritornano a Cesena anche le domeniche di Primavera, esperienze guidate a tema, alla scoperta del territorio e della sua storia: questa volta il tema proposto è la Liberazione, si ricorderanno gli ottant’anni dai bombardamenti sulla città e il passaggio del fronte, con un’emozionante visita ai luoghi della memoria. 

Vita balera

Si riempiono le rive del fiume Rubicone, il ponte romano di Savignano e la zona circostante con “Vita Balera”, il festival di paese che torna in scena sabato: il collegamento, forte e immediato, alla “balera romagnola”, è alla base della creazione del progetto, per portare la festa, lo spirito della balera, a tutto il paese, durante la primavera di quest’anno. Claim dell’evento, infatti, è proprio “prendi la vita come una balera”, un invito alla spensieratezza, alla compagnia, alla comunità, proprio come nelle feste di paese di un tempo. Venerdì si apre, ancora in musica, il weekend del Noi Lounge Music club di Cesenatico  con Filippo Malatesta, cantautore riminese, sabato invece le atmosfere dei brani più famosi di Michael Jackson saranno create da un quartetto d’eccezione, mentre il giorno seguente ultima ''Domenica in Jazz'' con Enrico Farnedi, Marco Benny Pretolani, Luca Bonucci, Stefano Travaglini, Fabio Nobile.

Sui palcoscenici

Venerdì sesto e ultimo appuntamento della rassegna di teatro musica "Teatro Fuoricittà" al Cineteatro Victor: la Compagnia Korekanè presenta lo spettacolo “Lo Fo ... Io”, omaggio a Dario Fo con Alberto Guiducci. Si chiude sabato la rassegna di danza a cura di Michela Lucenti al Teatro Bonci di Cesena: in scena Le Sacre du Printemps, l’ultima creazione, dal classico di Igor Stravinskij, di Dewey Dell, compagnia nata a Cesena nel 2006 oggi nel panorama della performing art internazionale. Sempre sabato finale anche per la stagione teatrale di Savignano sul Rubicone: l’ultimo appuntamento vede in scena un classico del teatro come La locandiera nell’adattamento Proxima Res, di Tindaro Granata e Angela Dematté, per la regia di Andrea Chiodi.

Doppio appuntamento al Teatro Comunale di Gambettola, nell’anniversario dei 45 anni della quinta generazione della Famiglia Monticelli/Teatro del Drago: venerdì e sabato, la compagnia porta in scena la storica produzione “Pinocchio. Spettacolo musicale per pupazzi ombre e attori”, con oltre 1500 repliche in tutto il mondo. Domenica a Sogliano, sul palco del Teatro Elisabetta Turroni il duo comico formato da Corrado Nuzzo e Maria Di Biase, sarà pronto a interpretare un piccolo, grande capolavoro del teatro dell’assurdo, “Delirio a due”, un irresistibile scherzo teatrale tipico del miglior Ionesco.

In mostra

Un grande evento che abbracciava tutta la città e molto atteso dai cittadini, questo è stato per moltissimi anni la Settimana Cesenate, o “la Mostra” come era chiamata dalla gente di Cesena, non solo un importante contenitore di attività economiche con le relative produzioni, ma anche ambito di promozioni culturali, rappresentazione di mutamenti del costume e di incontro di popolo: da sabato alla Biblioteca Malatestiana apre la mostra fotografica “La Settimana Cesenate - fotostoria di un evento lungo “quarantaquattro” anni. Parte prima (13 aprile – 10 maggio). La storia, la politica, il mondo della scuola e del lavoro”. Un viaggio nell’infanzia del primo Novecento per capire come la guerra, la morte eroica, il virilismo, l’esaltazione della divisa e delle armi divennero pane quotidiano per le bambine e i bambini italiani: da sabato negli spazi espositivi della Galleria Pescheria, si apre la mostra “Educati alla Guerra - nazionalizzazione e militarizzazione dell’infanzia nella prima metà del ‘900”, realizzata e curata da Gianluca Gabrielli, dottore di ricerca in History of education all’Università di Macerata.

Nell'ex Chiesa dello Spirito Santo, alle spalle di palazzo Roverella, ha aperto le porte la mostra “Spazi di un paesaggio” dell’artista Mauro Pipani e a cura di Claudio Spadoni. Per Mauro Pipani dipingere il paesaggio è un atto estremamente intimo, un riflesso del suo mondo interiore, lo sguardo inconscio che svela luoghi da molto tempo sopiti o solo sognati. Negli spazi espositivi della Galleria comunale del Ridotto è inaugurata la mostra di pittura  “S’accende e subito si spegne la lucciola”, del giovane artista faentino Antonio Bertoni, che accende i riflettori su una trentina di opere, figure infantili sviluppate in ambigui ambiti spaziali suggeriti da geometrie nere, nelle quali rimane costante la ricerca di intimi segreti e meraviglie. Ecco tutte le mostre  visitabili a cesena e dintorni

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata della terra, Sagra della fiorentina, Domeniche di primavera, Vita balera: si presenta il weekend cesenate

CesenaToday è in caricamento