“Un ponte di libri”: mostra per Jella Lepman, promotrice del diritto alla lettura

“Un ponte di libri” è il titolo dell’esposizione di libri illustrati per bambini e ragazzi in ricordo a Jella Lepman, che inaugura sabato 9 settembre alla Biblioteca Malatestiana Ragazzi.

I libri illustrati per ragazzi sono l’elemento principale per raccontare Jella Lepman e l’associazione da lei fondata, Ibby, International Board on Books for Young People: un’organizzazione internazionale no-profit che da più di sessant’anni si impegna nella difesa del diritto di ogni bambino ai libri e alla lettura.

Promuovere la conoscenza tra i paesi del mondo attraverso i libri per bambini era infatti l’obiettivo di Lepman quando, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, fu chiamata dall’Esercito americano come “Esperto dei bisogni culturali ed educativi delle donne e dei bambini nell’area americana”, incarico che portò a termine ponendo al primo posto i libri, che per lei erano nutrimento dello spirito, basi fondamentali per costruire l’immaginario e il pensiero critico.

“Un ponte di libri” vuole ricordare la Mostra Internazionale dei Libri per Bambini, inaugurata a Mocaco nel 1946 dalla Lepman  e itinerante per le principali città tedesche, e la successiva fondazione della Jugendbibliothek (Biblioteca per ragazzi), che dal 1949 raccoglie ogni anno il più importante patrimonio a livello mondiale di libri per bambini e ragazzi.La Jugendbibliothek aderisce ad Ibby, il Comitato internazionale per i libri per ragazzi fondato in Svizzera nel 1953.

Nella mostra allestita in Malatestiana saranno esposti, nella traduzione italiana, alcuni dei testi che del primo nucleo raccolto da Lepman per la biblioteca di Monaco. La lista di libri è stata redatta raccogliendo tutti i testi citati nel libro di Jella Lepman "Die Kinderbuchbrücke" (La strada di Jella. Ultima fermata Monaco, Sinnos edizioni, 2009). Sono albi illustrati, fiabe, romanzi e classici, anche questi ultimi illustrati, come su specifica richiesta di Jella Lepman, quando scrisse “cerchiamo in particolare libri di sole figure o comunque molto illustrati, che aiutino a superare la barriera linguistica. Ma speriamo anche di rendere fruibile la letteratura che racconti una storia utile al lavoro di gruppo che intendiamo fare. Poco a poco facciamo in modo di mettere questo mondo sottosopra nuovamente nel verso giusto, cominciando dai bambini. Mostreranno agli adulti la via da percorrere“.

Tra i titoli esposti ci sono Le avventure di Oliver Twist di Charles Dickens, Le avventure di Pinocchio di Carlo Collodi, La Bella Addormentata di Charles Perrault e i fratelli Grimm, Cappuccetto Rosso di Charles Perrault e i fratelli Grimm, Le avventure di Robinson Crusoe di Daniel De Foe, David Copperfield di Charles Dickens, Il Gatto con gli stivali, Heidi di Johanna Spyri, Mary Poppins di Pamela Lyndon Travers, Pippi Calzelunghe di Astrid Lindgren, Topolino di Walt Disney e tanti altri.

A completare l’esposizione una serie di pannelli dedicati alla figura di Jella Lepman e alla sua meritoria attività.

A partire da quest'anno Ibby Italia, che lavora per promuovere i migliori libri per ragazzi e per sostenere l’accesso alla lettura ovunque nel mondo, invita le biblioteche pubbliche italiane ad esporre i libri che fecero parte della mostra internazionale del 1946 e che costituirono il primo nucleo della Biblioteca di Monaco. La mostra è infatti ospitata in contemporanea nelle biblioteche di molte città italiane, grazie ai libri presenti e ancora “vivi” e necessari per la crescita di giovani lettori.

Jella Lepman, chi era

Nata a Stoccarda nel 1891, nel 1936 Jella Lepman fugge dalla Germania nazista a causa delle sue origini ebraiche e si rifugia a Londra dove diventa giornalista della BBC. Finita la guerra, l’esercito americano le propone un ruolo di ri-educatrice delle donne e dei bambini tedeschi.

Jella decide di partire dai libri illustrati, libri accessibili a tutti, in qualsiasi lingua siano stati scritti. Scrive una lettera a 20 nazioni, chiedendo di inviare  i migliori libri illustrati, i più rappresentativi della cultura di ogni paese.

Fondatrice della Internationale Jugendbibliothek di Monaco, di Ibby (The International Board on Books for Young People), del Premio per gli autori e i protagonisti dell’editoria per l’infanzia Hans Christian Andersen e promotrice instancabile di una cultura ad altezza di bambino, Lepman voleva costruire la pace nel mondo partendo dai bambini e dai libri.


 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Prorogata la mostra "Alberi eretici ermetici" di Marisa Zattini

    • Gratis
    • dal 3 ottobre al 8 dicembre 2020
    • Galleria Comunale d'Arte del Palazzo del Ridotto

I più visti

  • Il porto canale si accende di colori ed emozioni con il Presepe della Marineria

    • Gratis
    • 6 dicembre 2020
    • porto canale di Cesenatico
  • Sei speaker “a kilometro zero” nel nuovo appuntamento di Tedx Cesena

    • Gratis
    • 12 dicembre 2020
    • online
  • Prorogata la mostra "Alberi eretici ermetici" di Marisa Zattini

    • Gratis
    • dal 3 ottobre al 8 dicembre 2020
    • Galleria Comunale d'Arte del Palazzo del Ridotto
  • Natività solo all'aperto per la trentesima edizione della Longiano dei Presepi

    • Gratis
    • dal 8 dicembre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Centro storico
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    CesenaToday è in caricamento