Trasferte internazionali per le foto del Centro Cinema San Biagio

Si tratta di due dei tre capitoli del progetto espositivo inaugurato nel 2010 in occasione della Mostra del Cinema di Venezia e realizzato dal Centro Cinema di Cesena in collaborazione con La Biennale di Venezia, Regione Emilia-Romagna e Annecy Cinéma Italien

Ancora trasferte per il patrimonio fotografico del Centro Cinema Città di Cesena. In questo autunno le foto conservate nell’archivio cesenate sono protagoniste di vari appuntamenti espositivi – alcuni ormai tradizionali, altri del tutto nuovi - fra Francia, Italia e Repubblica Ceca, Corea del Sud Ad aprire la serie, la trasferta più lontana: dal 19 al 28 settembre il New Italian Film & Art Festival di Seoul ha esposto la mostra “Viaggi in Italia 2. Set del cinema italiano 1960 – 1989”, mentre dal 13 al 19 ottobre ha ospitato “Viaggi in Italia 3. Set del cinema italiano 1990 – 2010”.

Si tratta di due dei tre capitoli del progetto espositivo inaugurato nel 2010 in occasione della Mostra del Cinema di Venezia e realizzato dal Centro Cinema di Cesena in collaborazione con La Biennale di Venezia, Regione Emilia-Romagna e Annecy Cinéma Italien. Le foto del San Biagio sono state protagoniste, poi, a metà ottobre della 32^ edizione dell’Annecy Cinéma Italien (dove il San Biagio è presente dall’anno 2000) con la mostra “Set del cinema sardo, tra classici e contemporanei”, in concomitanza di un omaggio reso dalla rassegna alla Sardegna. Ma non è finita qui: dal 24 ottobre all’11 novembre, nell’ambito del Festival du Film Italien de Villerupt, sono state allestite due esposizioni targate Centro Cinema. La prima è intitolata “Padri, madri, figli e gli altri” e accompagna una sezione del Festival dedicata alla famiglia nel cinema italiano. La seconda è “Viaggi in Italia 3: Set del cinema italiano 1990 – 2010”.

Dal 25 ottobre al 1 novembre, invece, il Cinémed, il Festival del cinema del Mediterraneo, di Montepellier quest’anno ha  resto omaggio al regista Antonio Pietrangeli e per l’occasione il Centro San Biagio, a cui è affidato l’archivio del regista (composto da oltre 6000 foto di scena, e poi soggetti, sceneggiature, materiali preparatori dei film, carteggi con attori e molto altro) ha presentato la mostra “Antonio Pietrangeli e le sue attrici”; inoltre, Antonio Maraldi, curatore della mostra e responsabile del Centro Cinema, ha partecipato ad un incontro sul regista romano, dialogando con il presidente del festival Henry Talvat.

Una tappa inedita è rappresentata da Budapest, dove il locale Istituto Italiano di Cultura ha espressamente richiesto, in occasione dell’evento MittelCinemaFest – Festival Centro-Europeo del Cinema Italiano (4 -15 novembre), la trilogia completa di “Viaggi in Italia”, presentando così per la prima volta insieme l’intero corpus di oltre 160 foto delle tre mostre, nate su stimolo di Marco Muller, allora direttore del Festival di Venezia.

Dal 19 novembre al 3 dicembre sarà la volta di Chambery e della sua iniziativa “De la fenetre d’en face”, terza edizione della rassegna dedicata al cinema italiano: al suo interno il Centro Cinema cesenate allestirà “La moda in scena”, mostra su cinema e moda. Dal 19 al 22 novembre, nell’ambito della 14° edizione di “O’ Curt”, festival del cortometraggio, l'Institut Français di Napoli ospiterà la selezione della 17° edizione di “CliCiak”. Infine, per la prima volta è arrivata da Tolosa la richiesta di un’antologica degli archivi del Centro Cinema per ricordare film di ieri e di oggi in occasione delle celebrazioni per i 10 anni dei  “Rencontres du cinéma italien” che si svolgeranno dal 28 novembre al 7 dicembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento