menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Teatro Petrella a porte aperte: tante visite per ammirare questo gioiello ottocentesco

La vita del Teatro, oltreché degli spettacoli, è fatta anche di residenze teatrali e di possibilità di visita alla struttura per scoprirne storia e aneddoti

Longiano, Bandiera Arancione del Touring Club fin dal 2005 per la sua ricca offerta turistica di qualità, dopo l’emergenza coronavirus è ripartita: dal mese di maggio sono già aperti al pubblico e pienamente operativi i suoi cinque musei e l’Ufficio Turistico.

Il Museo d’Arte Sacra, Museo della Ghisa, Galleria delle Maschere, Museo del Territorio sono aperti tutti i sabati, domeniche e festivi al pomeriggio h 14.30-18.00. Il Castello Malatestiano - Fondazione Tito Balestra è aperto martedì alla domenica, h 10.00-12.00 e 15.00-19.00. L'Ufficio Turistico UIT Longiano è aperto dal mercoledì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30; sabato, domenica e festivi dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00. L’ingresso è possibile un utente alla volta e solo indossando la mascherina. I materiali cartacei vengono consegnati dall’operatore agli utenti.

Il Rifugio Bellico è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00.Le chiese storiche del Centro (Collegiata di San Cristoforo e Santuario del Ss. Crocifisso) sono aperte tutti i giorni sia alla mattina che al pomeriggio, e sono visitabili sempre rispettando le norme sanitarie.
Presto verranno resi noti i programmi dei vari eventi estivi organizzati dal Comune e quelli della Fondazione Tito Balestra.

Il Teatro Petrella ha, ovviamente, dovuto rinunciare alla seconda parte della sua stagione, ed è chiuso da fine febbraio. Ma la vita del Teatro, oltreché degli spettacoli, è fatta anche di residenze teatrali e di possibilità di visita alla struttura per turisti, visitatori, appassionati, semplici curiosi, nell’attesa che riparta la stagione nel prossimo autunno. 

Fiore all’occhiello della cultura italiana, il Petrella è un piccolo gioiello ottocentesco da 200 posti, tipico teatro all’Italiana con pianta a ferro di cavallo, platea, due ordini di palchi e un loggione, dall’acustica leggendaria – persino oggetto di studio! – e dalla storia travagliata e straordinaria. Inaugurato proprio centocinquant’anni fa, nel 1870, dopo vent’anni di vari e as-sai ambiziosi progetti, venne parzialmente danneggiato nel corso dei bombardamenti del 1944 e rinacque a nuova vita solo nel 1986, divenendo un punto di riferimento nazionale per resi-denze teatrali e anteprime coi maggiori cantautori e attori della scena italiana e non solo, come testimoniato dalla straordinaria galleria delle celebrità ritratte nelle foto scattate da Viterbo, Fabiana e Matteo Rossi, in mostra nella Sala da tè.

La visita al Teatro Petrella è gratuita ed è possibile solo per piccolissimi gruppi (massimo 5 persone), su prenotazione con almeno cinque giorni d’anticipo (tel. 0547 665484, dal mercoledì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30, sabato e domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00), oppure mail a iat@comune.longiano.fc.it). Naturalmente, è obbligatorio rispettare il distanziamento interpersonale, le norme igienico-sanitarie vigenti, con sanificazione delle mani, indossando la mascherina e mante-nendo la distanza interpersonale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una bontà tradizionale: la ricetta delle Pesche dolci all'alchermes

Arredare

Divano nuovo? Ecco i consigli per non sbagliare l'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento