Venerdì, 12 Luglio 2024
Eventi

33 appuntamenti pensaci per la città: svelata la stagione 2015-2016 del Teatro Bonci

La 170esima dalla inaugurazione del Teatro, che festeggia anche la riapertura a 20 anni dal restauro - si annuncia come un ricco carnet di proposte di teatro, musica e danza

Intrecciare linguaggi e mondi poetici, ma anche generazioni e estrazioni culturali, attraversare le migliori esperienze della scena contemporanea, senza mai disconoscere il necessario radicamento nella tradizione: la cifra che da sempre caratterizza il progetto produttivo e la programmazione teatrale di Emilia Romagna Teatro Fondazione si fa ancora più evidente nella prima stagione che Ert affronta da Teatro Nazionale (la nomina del Mibact è del 25 febbraio scorso).

Nasce una nuova idea di istituzione, come ente catalizzatore e propulsore di domande e espressioni artistiche, in un flusso di energia tanto integrato nel territorio della regione Emilia-Romagna quanto proiettato in traiettorie internazionali. La prima relazione a cui Ert pone attenzione, come teatro pubblico, è, però, quella con le città dei teatri in cui opera - città dalle identità distinte, eppure molto collegate tra loro, quali Cesena, Modena e Bologna: qui il teatro è inteso come luogo di riflessione e crescita personale in cui la polis può ritrovare se stessa, dove può ricomporsi in quanto comunità e mettere a fuoco, nel confronto con la realtà contemporanea, un pensiero civile e, al tempo stesso, un immaginario condiviso.

Dentro a questo disegno, la stagione 2015-16 del Bonci - la 170esima dalla inaugurazione del Teatro, che festeggia anche la riapertura a 20 anni dal restauro - si annuncia come un ricco carnet di proposte di teatro, musica e danza che, contaminando stili e generi, si muove fra tradizione del classico e esplorazione dei territori artistici più vivaci del panorama attuale. Capofila della scena italiana come Toni Servillo, Marco Paolini, Fabrizio Gifuni, Luigi Lo Cascio, Laura Marinoni, Luca Lazzareschi, Monica Piseddu, Anna Foglietta, Ottavia Piccolo, Eros Pagni, Adriana Asti, Giorgio Ferrara, Massimo Verdastro e, fra i registi, Luca Ronconi, Antonio Latella, Andrea De Rosa, Alessandro Gassmann, Federico Tiezzi, Claudio Longhi, solo per citarne alcuni, danno vita a uno straordinario mosaico di eventi teatrali, con i giganti della storia della drammaturgia e speciale attenzione ai più sensibili autori del presente.

Suggestivi intrecci di voci, suoni e parole caratterizzano le proposte della sezione più sperimentale del programma teatro, che quest’anno si dilata fino a 5 titoli: tre artiste che continuano a scrivere la storia della ricerca scenica, Ermanna Montanari, Chiara Guidi e Mariangela Gualtieri dialogano con maestri della musica contemporanea come Luigi Ceccarelli, Daniele Roccato, Giuseppe Ielasi e Stefano Battaglia mentre Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari costruiscono un viaggio a ritroso nella Prima Guerra Mondiale.

Per la musica sono attesi prestigiosi nomi della classica - Michele Campanella, Stefan Milenkovic, London Brass, Orchestra del Teatro Comunale di Bologna che esegue l’opera "Traviata", e i grandi innovatori del jazz, Al Di Meola, Paolo Fresu, Javier Girotto, Avishai Cohen. La sezione danza prevede due strabilianti eventi di coreografia acrobatica, allestiti dai Sonics e da Kataklò Athletic Dance Theatre, oltre al tradizionale balletto russo e alla coreografia contemporanea di Monica Casadei e di Aterballetto, che intrerpreta anche la pièce del greco Foniadakis in programma al Piccolo di Milano per Expo. Da ottobre a aprile sono in programma 33 titoli per un totale di 73 serate di spettacolo. La campagna abbonamenti si apre giovedì 25 giugno.

Le produzioni ERT in scena a Cesena

Sono 8 le produzioni nate nei teatri emiliani romagnoli gestiti dalla Fondazione proposte al pubblico di Cesena. La prima è Fedra, adattamento dalla Phaedra di Seneca firmato da un regista coraggioso, capace di visioni sorprendenti della tradizione, come Andrea De Rosa, protagonista Laura Marinoni accanto a Luca Lazzareschi (coproduzione della Fondazione Teatro Stabile di Torino): realizzata proprio al Bonci, debutta in prima nazionale giovedì 19 novembre. Segue (da giovedì 10 dicembre), nel cartellone prosa, "Ti regalo la mia morte, Veronika", omaggio intenso e visionario che Antonio Latella ha dedicato al cinema di Fassbinder (protagonista “in stato di grazia” Monica Piseddu). Giovedì 11 febbraio 2016 arriva a Cesena "7 minuti" (coproduzione con Teatro Stabile dell’Umbria e Teatro Stabile del Veneto), lo spettacolo di Alessandro Gassmann interpretato da Ottavia Piccolo che nella scorsa stagione ha commosso e fatto riflettere grandi platee (il testo, di Stefano Massini, è ispirato alla battaglia per i propri diritti condotta nel 2012 dalle operaie tessili della cittadina francesce Yssingeaux).

Da giovedì 28 gennaio inizia la “maratona” di spettacoli che conclude il progetto "Carissimi Padri"…Almanacchi della “Grande Pace” (1900-1915) a cura di Caludio Longhi, di cui varie tappe sono attualmente in corso in città (spettacoli a scelta in omaggio per gli abbonati in anticipo prosa e essai). Nella sezione di teatro contemporaneo Ert presenta tre produzioni: Lus, concerto di Ermanna Montanari (Teatro delle Albe), Luigi Ceccarelli e Daniele Roccato (martedì 24 novembre); "La prima, la migliore", spettacolo dedicato alla Grande Guerra, ideato e diretto da Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari (da giovedì 26 a sabato 28 novembre, con il pubblico sul Palcoscenico); "Porpora" rito sonoro per cielo e terra con il musicista Stefano Battaglia e la poetessa Mariangela Gualtieri (Teatro Valdoca, da lunedì 18 a sabato 23 aprile, sul Palcoscenico).

Prodotta da Ert (e Fondazione Teatro Comunale di Bologna) è anche l’opera "Traviata" ovvero "La signora delle camelie" (venerdì 18 dicembre), di Nanni Garella, da Alexandre Dumas e Giuseppe Verdi, con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna (elaborazione musicale di Claudio Scannavini). Tutti gli altri titoli del 2015-2016

TEATRO - Oltre alle produzioni Ert firmate da De Rosa, Latella e Gassmann, il cartellone prosa - 8 titoli – programma: "La pazza della porta accanto" (da giovedì 21 gennaio), testo di Claudio Fava dedicato alla poetessa Alda Merini, con Anna Foglietta per la regia di Alessandro Gassmann; "I Rusteghi" (da giovedì 25 febbraio 2016) di Carlo Goldoni, in cui Giuseppe Emiliani dirige attori “specializzati” nel repertorio goldoniano come con Stefania Felicioli, Giancarlo Previati e Piergiorgio Fasolo; "Il sindaco del rione sanità" (da giovedì 10 marzo) di Eduardo De Filippo, con Eros Pagni, regia Marco Sciaccaluga; "Danza macabra" (da giovedì 31 marzo) di August Strindberg interpretato da Adriana Asti, Giorgio Ferrara e Giovanni Crippa per la magistrale regia di Luca Ronconi; "Questa sera si recita a soggetto" (da giovedì 7 aprile 2016) di Luigi Pirandello, drammaturgia di Sandro Lombardi e Federico Tiezzi, con, fra gli altri, Luigi Lo Cascio diretto da Federico Tiezzi (prodotto dal Piccolo Teatro di Milano). Sabato 20 febbraio 2016 inaugura l’essai - 3 titoli - la "Ballata di uomini e cani" di e con Marco Paolini, dedicata a Jack London (in scena anche domenica 20). Segue "Toni Servillo legge Napoli" (martedì 15 e mercoledì 16 marzo 2016). Chiude "Lo straniero, un'intervista impossibile" tratto da L’Etranger di Albert Camus, con Fabrizio Gifuni (martedì 12 e mercoledì 13 aprile).

La sezione teatro contemporaneo (5 spettacoli) prevede, oltre alle citate produzioni di Berardi e Casolari, Teatro delle Albe e Valdoca, due progetti della Socìetas Raffaello Sanzio: "Gola" In tre movimenti ideato e diretto da Chiara Guidi in collaborazione con Alessandro Scotti con la cura del suono di Giuseppe Ielasi (lunedì 7 e martedì 8 dicembre al Teatro Comandini nell'ambito del festival Màntica); "Favole giapponesi" (sabato 30 aprile e domenica 1 maggio sul Palcoscenico, nell'ambito di Puerilia), che nasce ancora dal percorso di Chiara Guidi in dialogo con la musica elettronica di Giuseppe Ielasi.

MUSICA E DANZA - Il cartellone concerti - 6 serate - conferma una collaudata formula di contaminazione fra la classica e la più avanzata musica crossover. In apertura, sabato 9 gennaio, le note “colte” di Michele Campanella (al pianoforte) incontrano il sax jazz dell’argentino Javier Girotto in omaggio a Maurice Ravel e Claude Debussy; martedì 26 gennaio, in una serata dedicata al cesenate Marco Tamburini, si esibisce il travolgente Paolo Fresu Quintet; lunedì 1 febbraio il bassista più famoso del nuovo jazz, l’israeliano Avishai Cohen, presenta in trio il nuovo album, From Darkness; mercoledì 24 febbraio è la volta del virtuoso statunitense della chitarra Al Di Meola, che presenta l’album Elysium, con pezzi storici di Lennon e McCartney, il Tango di Piazzolla e nuove composizioni. Venerdì 18 marzo il violinista Stefan Milenkovic esegue con gli Archi del Conservatorio “B. Maderna” - concertatore il Direttore Paolo Chiavacci - un programma dedicato a Bach, Mozart e Dvorak. Chiude l’orchestra di ottoni London Brass (venerdì 15 aprile) con un programma classico dedicato al trentennale della fondazione dell’ensemble.

Gli abbonati in anticipo (della campagna abbonamenti estiva) musica e danza ricevono l’omaggio per il concerto di Karol Kaminski(violino) Arnold Gniwek (piano), in programma sabato 5 dicembre, realizzato in collaborazione con Associazione Polonia e Consolato Generale di Polonia in Milano. La danza intreccia titoli della tradizione e eccellenze contemporanee, con due proposte di coreografie acrobatiche e due creazioni originali, precedute dai titoli del grande balletto russo: domenica 27 dicembre e lunedì 28 (fuori abbonamento) arriva a Cesena il Ballet of Moscow - Russian New Classical con "Il lago dei cigni" e "La bella addormentata".

Apre il nuovo anno (sabato 16 gennaio) "Tosca X" della Compagnia Artemis Danza/ Monica Casadei, che continua la sua passionale esplorazione dei territori dell’opera; sabato 6 febbraio Aterballetto presenta un programma che comprende, fra altre, la pièce del greco Andonis Foniadakis che debutta al Piccolo di Milano per Expo. Eventi clou della stagione sono "Meraviglia e puzzle", in programma rispettivamente venerdì 19 febbraio e sabato 5 marzo: in scena le acrobazie volanti di Sonics e Kataklò Athletic Dance Theatre. La stagione prevede anche una sezione di teatro musicale, che comprende, oltre a "Traviata", di cui si è detto, "Abschied", progetto del Conservatorio "Bruno Maderna" di Cesena con le musiche “per Renato Serra” di Claudio Scannavini, Marco Taralli e Gustav Mahler (domenica 18 ottobre) e l’operetta "My fair lady" messa in scena dalla Compagnia Corrado Abbati (mercoledì 6 gennaio).

La nuova campagna fotografica - Nel segno di una cifra ancora più unitaria e riconoscibile dei teatri a gestione Ert, si rinnova con questa stagione anche la tradizionale immagine grafica dei materiali informativi del Bonci, al centro di una campagna realizzata dal fotografo Luca Del Pia che ha ritratto nei teatri i registi delle produzioni della Fondazione. Il primo testimonial del Bonci, soggetto dei materiali della stagione che escono nel mese di giugno, è il francesce Pascal Rambert, regista, coreografo, drammaturgo e attore di fama mondiale, che dopo il pluripremiato Clôture de l’amour, firma per Ert la sua nuova pièce, "La prova".

Un nuovo spazio dentro al Teatro - Non è un caso che tre dei cinque spettacoli di teatro contemporaneo saranno rappresentati con il pubblico sul Palcoscenico del Bonci: qui, infatti, si configura un nuovo spazio di visione, che per le sue caratteristiche risponde perfettamente alle esigenze di alcune produzioni artistiche, ideate per una prospettiva diversa da quella del teatro all’italiana, più ravvicinata, intima. Il Bonci diviene, così, ancora di più un teatro aperto a tutte le molteplici espressioni dello spettacolo dal vivo. La stagione 2015-2016 è promossa da Ert - Teatro Bonci e Comune di Cesena con il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena e BPER Banca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

33 appuntamenti pensaci per la città: svelata la stagione 2015-2016 del Teatro Bonci
CesenaToday è in caricamento