Domenica, 17 Ottobre 2021
Eventi

Si parte con i migliori rappresentanti del dialetto romagnolo al "Riaperto teatro Jolly"

La rassegna, che ha inizio domenica alle 18, s'intitola "La va par te che tci Zovan" e ha il pregio di unire il divertimento dello spettacolo alla possibilità di cenare in un ambiente rinnovato ma storico, generatore di ricordi per molti cesenati

Si parte con i migliori rappresentanti del dialetto romagnolo al "Riaperto teatro Jolly" di Cesena in via Lugaresi gestito da World Wide Theatre (Wwt) e Tade Asp. La rassegna, che ha inizio domenica alle 18, s'intitola "La va par te che tci Zovan" e ha il pregio di unire il divertimento dello spettacolo alla possibilità di cenare in un ambiente rinnovato ma storico, generatore di ricordi per molti cesenati. Il bar e il teatro aprono alle 17, lo spettacolo, come detto, inizia alle 18, e la cena (per chi vuole) viene servita alle 20. Si parte col botto perché il 3 ottobre sul palco del Jolly si esibirà Francesco Gobbi col suo nuovo spettacolo "Adesso siamo cosa...".

Artista eclettico, un po' musicista, un po' attore, pensatore, scrittore, Francesco Gobbi sul palco incanta, ancor di più chi ama il dialetto, la sua lingua madre. Il 10 ottobre sarà la volta di Denis Campitelli, scrittore e interprete di monologhi e spettacoli originali, che metterà in scena "Brisli". Si continua il 17 ottobre con Lorenzo Bartolini, cantante, attore e poeta, vincitore a livello nazionale di "poetry slam", che si esibirà in "Il Miele" di Tonino Guerra, per concludere la rassegna il 24 ottobre con Gelato Strong in "Integnamd - viaggio nella poesia di Walter Galli". Il biglietto singolo per spettacolo costa 10 euro (+ 5 euro la prima volta per chi non ha la tessera Arci valida per tutto il 2022), mentre lo spettacolo più la cena 35 (tutto incluso). E' necessaria la prenotazione a tadeAps@gmail.com. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si parte con i migliori rappresentanti del dialetto romagnolo al "Riaperto teatro Jolly"

CesenaToday è in caricamento