Sì Fest, #Life Project: numeri da record e nuove collaborazioni

Il futuro della memoria è il tema su cui i curatori, esplorando le connessioni tra Fotografia e arti visive, si soffermano in questa sesta edizione. In questo tempo in cui ogni cosa si trasforma in un labile passaggio, forte è il desiderio dell’individuo di rimanere

Si è chiuso ieri il bando di partecipazione al SI Fest OFF, sezione indipendente e contemporanea al SI Fest, Savignano Immagini Festival, con una grande risposta di pubblico. Oltre 130 i progetti pervenuti da tutta Italia e da oltre confine che chiameranno la giuria a un duro lavoro di selezione. Il circuito OFF promosso e sostenuto dall’Associazione Cultura e Immagine di Savignano sul Rubicone, sotto la Direzione artistica di Tomas Maggioli, si arrichisce di nuove collaborazioni per l’anno 2015 con la partecipazione di Tommaso Parrillo, fotografo freelance e fondatore del magazine di fotografia indipendente Witti Kiwi Book e Federica Landi, artista e curatrice indipendente nella veste di co-curatori e selezionatori dei lavori.

Il futuro della memoria è il tema su cui i curatori, esplorando le connessioni tra Fotografia e arti visive, si soffermano in questa sesta edizione. In questo tempo in cui ogni cosa si trasforma in un labile passaggio, forte è il desiderio dell’individuo di rimanere. Ecco la fotografia giungere come rimedio, trasformando lo scomparire dell’essere in proiezione futura; un qualcosa da leggere e decifrare. Ricordi e memoria protagonisti anche di #LIFE, un progetto partecipativo, omaggio al film The tree of life di Terrence Malick vincitore della Palma d’Oro a Cannes 2011. Allo scopo di avvicinare e rendere protagonista la cittadinanza ma anche i prossimi visitatori del Festival, l’invito del SI Fest OFF ad inviare una fotografia che rappresenti un momento fondamentale della vita di ciascuno, corredata da un breve testo sul retro a spiegazione della scelta. Le foto che dovranno pervenire all’indirizzo di Palazzo Vendemini, c/o corso Vendemini, 67, Savignano sul Rubicone, entro l’8 settembre oppure consegnate a mano durante il Festival, diventeranno parte integrante di un’installazione artistica che occuperà la cornice di piazza dell’Asilo presso Borgo San Rocco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo dell'imprenditoria cesenate è in lutto: è morto Augusto Suzzi, fondatore della 'Suba'

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

  • I numeri settimanali del Covid, il Cesenate è l'area più colpita: forte aumento dei contagi

  • Ristoratrice apre le porte del suo agriturismo e accoglie 58 clienti a pranzo e cena: denunciata

  • Coronavirus, approvato il nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio

Torna su
CesenaToday è in caricamento