Si avvicina il momento dei Luneri di Smembar

Luneri di Smembar: ormai ci siamo. La pubblicazione del celebre lunario faentino avverrà l’11 novembre e, con l’approssimarsi di tale data, il Rotary club Valle del Rubicone ha deciso di approfondirne la storia

Luneri di Smembar: ormai ci siamo. La pubblicazione del celebre lunario faentino avverrà l’11 novembre e, con l’approssimarsi di tale data, il Rotary club Valle del Rubicone ha deciso di approfondirne la storia. Giovedì sera hanno partecipato alla conviviale Cristiano Riciputi, vicepresidente dell’associazione J’Amigh di Smembar e Denis Medri, disegnatore-fumettista. Con un’anteprima: i soci del Rotary hanno potuto ammirare, per la prima volta in assoluto, la storia della nascita del lunario disegnata da Medri e riprodotta in grandi tele (100x70 cm).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La serata si è svolta alla Locanda dei Fattori a Villa Torlonia a San Mauro Pascoli. “Il lunario è nato nel 1845 – ha spiegato Riciputi – e spesso era l’unico foglio stampato che entrava nelle case dei contadini. Era indispensabile perché riportava le fasi lunari e in campagna ogni operazione, dalla semina al travaso dei vini, veniva compiuta seguendo la luna”.

Mentre Riciputi descriveva il lunario, Medri ha realizzato un disegno estemporaneo a tema “smembar”. Un’opera che ha colpito i presenti per la capacità espressiva e la facilità con cui l’artista l’ha realizzato (su tela 100x70 cm) in meno di mezz’ora. Il presidente Giancarlo Biondini e Medri hanno concordato che l’opera d’arte sarà messa all’asta durante l’evento del 25 novembre e il ricavato devoluto per il service già deciso dal club.

“La nostra associazione – ha continuato Riciputi – è di promozione sociale con lo scopo di divulgare la tradizione romagnola legata al lunario. Leggendo le zirudele si vengono a scoprire storie quotidiane locali e nazionali, come stava la gente, aspetti di economia. Negli ultimi anni del fascismo il lunario subì una forte censura e noi abbiamo anche delle copie originali in cui si vedono le correzioni apportate dai censori”.

L’associazione ha allacciato una serie di collaborazioni con realtà locali come la Stamperia Pascucci di Gambettola, la cantina Maria Galassi di Paderno, la Laserservice di Cesena. La serata si è svolta in un clima di tale familiarità che i protagonisti hanno deciso di collaborare ancora e, molto probabilmente, J’Amigh di Smembar (www.smembar.it) saranno presenti con la loro mostra di antichi lunari a Gambettola, il 25 novembre, durante l’evento Arte All’asta grazie al quale il Rotary Valle del Rubicone raccoglierà fondi per l’acquisto di un pulmino per la cooperativa Gli amici di Gigi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

  • Il furgone come "ariete", spariscono borse e scarpe di lusso: colpo da 100mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento