Tre giorni di festa per Santa Lucia: sagra del torrone, artisti e spettacoli

Savignano sul Rubicone si prepara alla festa patronale con una ricca serie di eventi: il tradizionale torrone si accompagna ai mercatini artigianali e agli spettacoli

Venerdì 13 dicembre, giorno di Santa Lucia patrona della città di Savignano sul Rubicone, si apre la tre giorni di festa che animerà le vie del centro storico cittadino.

Al cuore della tradizionale Sagra del torrone ci saranno il mercato giornaliero e i mercatini dell'artigianato (aperti dalle 9 alle 19) ma il programma della prima giornata di fiera si fa denso sin dal primo pomeriggio a partire dall'appuntamento attesissimo dai piccoli, il Bimbobell show (alle 15,30 in piazza Amati) con musica, giochi, magie e tantissimi regali per i presenti mentre dalle 15 in piazza Borghesi l'Avis sezione di Savignano rinnova la tradizionale distribuzione gratuita di cantarelle e Nutella.

Da vedere nell'arco della giornata le performance dei Fabbri artisti all'opera dalle 10 alle 19 nella loro officina open air allestita in piazza Faberi. Tra forgiature e battiture con incudine e martello gli artisti guidati dal savignanese maestro fabbro Davide Caprili daranno vita nei tre giorni al Galletto, simbolo della Romagna che verrà donato al Comune di Savignano sul Rubicone. Dalle 10 alle 19 in via Vicolo Molino 8/c sarà aperta la Bottega ri-creativa di Refashion aps, in piazza Giovanni XXIII sarà aperto il mini luna park per bambini e ragazzi mentre dalle 11 alle 16 l'Osteria Scout metterà in tavola sotto il tendone riscaldato in Arena Gregorini, un menu tipico romagnolo per pranzare in compagnia. Torna infine la pesca di beneficenza a cura di Aido, in corso Perticari 18. Ricchissima l'animazione di strada con Paolo Sgallini one man band e I nanetti furbetti mentre in piazza Amati dalle 14,30 alle 17,30 la casa di Babbo Natale attende i bambini con gli elfi e Babbo Natale in persona per giochi, fiabe, laboratori e baby dance. Nella cassetta della posta si potranno imbucare le letterine.

Altro luogo che apre eccezionalmente le porte alla città nella speciale occasione della fiera della Santa Patrona sarà l'Istituto Merlara che insieme ai ragazzi metterà a disposizione la casa di corso Perticari, attivando l'Osteria “Us magna da chi burdél”, con menu a base di cinghiale. Nella carta anche la celebre pizza del Merlara.

La serata sarà quella delle grandi occasioni con l'inaugurazione della stagione teatrale 2019/2020 al Cinema Teatro Moderno. In scena un volto di primissimo piano del teatro italiano, Maria Amelia Monti con Roberto Turchetta in La parrucca per la regia di Antonio Zavattieri. La parrucca e Paese di mare sono due atti unici di Natalia Ginzburg che sembrano l’uno la prosecuzione dell’altro. In Paese di mare una coppia girovaga e problematica prende possesso di uno squallido appartamento in affitto. Comico, drammatico, vero, scritto con l’ironia e la leggerezza che rendono la Ginzburg unica nel panorama della narrativa e della drammaturgia italiana. La parrucca conferma Maria Amelia Monti come straordinaria interprete ginzbughiana (ingresso a pagamento, inizio alle 21). Poco lontano, il centro sociale Secondo Casadei in piazza Giovanni XXIII ospiterà il Burraco di Santa Lucia. Il ricavato della serata sarà devoluto al progetto SOSteniamoci per le famiglie in difficoltà del territorio (alle 21).

Le mostre rappresentano un'altra corposa e interessante offerta della fiera. La Sala Allende, in corso Vendemini 18 ospita le esposizioni dell’associazione Mani come farfalle e del Circolo Culturale e Numismatico “Rubicone” che quest’anno dedica la mostra ai maestri della pittura italiani. Proseguendo su corso Vendemini, il civico 14 ospita l’esposizione di arte visiva Maledetto progresso a firma di Mauro Ronchi; al civico 29, invece, la Mostra di modellini di auto a cura di Giorgio Buda; al civico 59 l’associazione “Turisti nel cosmo” propone Terra-Luna: andata e ritorno. In Vecchia Pescheria, il piano terra è la sede della mostra Dal ferro con il ferro a cura dei fabbri artisti, mentre al secondo piano sarà visibile la mostra antologica del Circolo Fotografico “Cultura e immagine” dal titolo Trent’anni di cultura e immagini. Infine, in piazza Amati sarà visibile una collezione da record: le sveglie antiche provenienti da quattro diversi continenti, del collezionista Davide Bagnolini. Appena fuori dal centro, in via Selbelle II, l’officina Menghi diventa un museo: apre ufficialmente il “Museo dei trattori d’epoca”, in occasione del 50° anniversario dell’attività dell’officina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 Dalle 9,30 alle 18,30 sarà operativa una navetta sul percorso dal parcheggio del Seven all'Arena Gregorini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento