A Cesena un weekend con tre appuntamenti dedicati alla cultura ed alla musica

Un fine settimana a Cesena con tre appuntamenti  dedicati alla cultura ed alla musica d'autore grazie agli Amici del Monte, a Fidapa (Federazione Italiana Donne Arti affari Professioni) e al Conservatorio Statale “Bruno Maderna”. Gli eventi, ad ingresso libero, si terranno tutti nel chiostro quattrocentesco dell'Abbazia Benedettina di Santa Maria del Monte ed in caso di maltempo continueranno al coperto. Si inizia venerdì alle 21.15 con  la conferenza “La Riforma Luterana Ieri ed Oggi” inserita come momento clou nella programmazione di “Via Sancti Romualdi”. Gli argomenti storici-contemporanei trattati verranno introdotti da Valentino Maraldi , teologo all'Istituto Superiore di Scienze Religiose di Bolzano, quindi relazionerà in italiano Martin Wallraff, teologo luterano dell'Università “Ludwig Maximilian” di Monaco di Baviera. La serata avrà un accompagnamento musicale eseguito da “I Musici Malatestiani”, del conservatorio Bruno Maderna con il soprano Valentina Satta, che eseguiranno di J.S. Bach “La Cantata Bwn 202 Weichet nur, betrubte Schatten” per soprano, oboe e archi scritta nel 1723.

A seguire sabato dalle 17 si terrà “Rifugi dell'Anima, Poesia e Arte Figurativa”. Monica Briganti, Loris Canducci, Daniela Montanari leggeranno alcune poesie di noti autori del cesenate: Foschi, Tamburini, Bartoletti, Celeste, Conti,  Zucchini,  Bravi, Venturi, Medri, Braccini, Franzin, Casadei, Pasini, Monari. In contemporanea esporranno gli artisti Gallinucci, Valdinocci, Venturi, Fabbri, Gridelli, Turroni, Barcia, Marchetti, Mongiusti, Branzaglia, Pasini, Cantoni, Navacchia Riciputi, Ceredi, Manuzzi, Marchetti, Ballarin, Pineroli, Romagnoli. Il pomeriggio continuerà con la conversazione “Cesena, città d'arte? Uno Sguardo al Presente”. condotta dal critico ed esperto d'arte Orlando Piraccini presentato da Paolo Turroni con l'accompagnamento di musiche composte ed eseguite da Simone Basti.

Domenica alle 21 un appuntamento esclusivamente musicale promosso dalla sezione cesenate della Fidapa in sinergia con gli Amici del Monte e Artt (Associazione Romagnola Ricerca Tumori) dal titolo “Il Martirio di Santa Cristina”che fa parte del ciclo “Donna; io gioco d'anticipo” per sensibilizzare la prevenzione al tumore al seno. “Il Martirio di Santa Caterina” eseguito dagli allievi del Laboratorio del Dipartimento di musica del conservatorio “B. Maderna” è un Oratorio (edizione moderna a cura di Angelo Bonizzola) composto nel 1701 dal cesenate Pier Francesco Tosi (1654 –1732) dedicato al martirio di Santa Caterina di Alessandria che si festeggia il 25 novembre ed è la patrona di Bertinoro. “Un compositore cesenate - sottolinea Laura Pistolesi, bibliotecaria e docente al conservatorio Maderna - molto noto per la sua attività di didatta in ambito vocale, essendo egli stesso un cantante evirato, sopranista. Nella rappresentazione che andiamo a mettere in scena domenica il ruolo di Santa Caterina Vergine e Martire sarà ricoperto dal sopranista Angelo Bonazzoli di Pesaro. Sarà anche l'occasione per utilizzare un moderno “organo portatile” costruito con le tecniche rinascimentali da un artigiano pesarese”.

Piero Pasini

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Sei speaker “a kilometro zero” nel nuovo appuntamento di Tedx Cesena

    • Gratis
    • 12 dicembre 2020
    • online

I più visti

  • Il porto canale si accende di colori ed emozioni con il Presepe della Marineria

    • Gratis
    • 6 dicembre 2020
    • porto canale di Cesenatico
  • Sei speaker “a kilometro zero” nel nuovo appuntamento di Tedx Cesena

    • Gratis
    • 12 dicembre 2020
    • online
  • Prorogata la mostra "Alberi eretici ermetici" di Marisa Zattini

    • Gratis
    • dal 3 ottobre al 8 dicembre 2020
    • Galleria Comunale d'Arte del Palazzo del Ridotto
  • Il live unplugged dei Punkreas: sul palco la storia e l'energia della grande band

    • 12 dicembre 2020
    • Vidia Club
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    CesenaToday è in caricamento