Eventi

Cesena capitale degli strumenti antichi: alla fiera c'è "Musica Antiquaria"

La città sarà anche sede della prima nazionale di un evento dedicato all'antiquariato musicale, una mostra unica nel panorama italiano che richiamerà appassionati da tutto il Paese

Cesena, sede del Conservatorio Maderna, di un teatro importante come il Bonci e di Musicalia, il più grande museo d'Italia di strumenti musicali meccanici, sta per diventare la città della musica per eccellenza.  Tra una decina di giorni, sabato 18 marzo e domenica 19, la città sarà anche sede della prima nazionale di un evento dedicato all'antiquariato musicale, una mostra unica nel panorama italiano che richiamerà appassionati da tutto il Paese. L'iniziativa, che si svolgerà negli spazi di Cesena Fiera col nome "Musica Antiquaria", è organizzata da Blu Nautilius con l'aiuto di alcuni consulenti specializzati. E' l'unica mostra mercato a livello nazionale che si caratterizza per l'impostazione "scientifica" con un'attenta selezione degli espositori coinvolti e degli ogetti messi in mostra. 

Protagonisti saranno collezionisti privati, scuole di liuteria, i commercianti di alta liuteria e altri strumenti, i liutai restauratori, gli artigiani che ricostruiscono gli strumenti per la musica antica, librerie e fondi musicali. In tutto, tra collezionisti ed espositori, saranno una cinquantina di appassionati che verranno a Cesena da tutto il Paese. Per dare maggiore lustro alla manifestazione in fiera sarà presente anche il saxofonista e autore Attilio Berni con una sua celebre collezione di saxofoni che, coi con i suoi 6000 strumenti, è accreditata come la più ricca al mondo. Ma Berni sarà anche il protagonista, sabato pomeriggio, di una esibizione molto curiosa dal titolo Sax Appeal, ovvero la metamorfosi di uno strumento vista in chiave sensuale. Durante un workshop, che si terrà sabato 18 alle 16.30, farà risuonare tra i padiglioni di Pievesestina la melodia di circa 50 strumenti, tra cui un sax appartenuto a Sonny Rollins e il rarissimo Conn “O-Sax”: costruito nel 1928 in 100 esemplari, ne restano oggi al mondo solo 3 pezzi di cui l’unico a essere ancora suonato è proprio quello posseduto da Berni.

Non solo saxofoni: saranno esposti anche i cordofoni di Artemio Versari e Stefano Malusi, i grammofoni di Deano Pantoli, le fisarmoniche di Alberto Giorgi, i clarinetti di Gino Partisani, gli strumenti meccanici del Museo Musicalia e i flauti di Francesco Carreras, un altro collezionista di fama mondiale.

Franco Severi di Musicalia (il museo che ha sede a Villa Silvia) porterà in fiera alcuni pezzi molto curiosi, dalle dita meccaniche (una macchina che si applica al pianoforte e suona da sola utilizzata anche da Caruso e da Alessandro Bonci), l'Ariston (il gemello di quello utilizzato da Garibaldi) ovvero una scatola musicale portatile, anche in guerra..., un grammofono che come cassa di risonanza ha un violino (un pezzo raro in Italia) e il piano melodico appartenuto alla regina Margherita. Alla mostra sarà possibile anche far periziare (gratuitamente) i propri strumenti antichi dal maestro Artemio Versari.Non mancherà di allietare il pubblico la Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli con i suoi concerti, il conservatorio di Pesaro e altri musicisti che suoneranno con pezzi veramente rari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesena capitale degli strumenti antichi: alla fiera c'è "Musica Antiquaria"

CesenaToday è in caricamento