I “Corsari” del Museo della Marineria di Cesenatico sbarcano a Marsiglia

All’inaugurazione sarà presente il Sindaco di Cesenatico Roberto Buda. La Romagna sarà rappresentata dall’Associazione “Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Forlì e Cesena” che proporrà agli ospiti francesi un assaggio di prodotti tipici

La mostra “Corsari nel nostro mare”, realizzata dal Museo della Marineria di Cesenatico, sarà esposta dal 6 novembre al 17 dicembre all’Istituto di Cultura Italiana di Marsiglia. All’inaugurazione sarà presente il Sindaco di Cesenatico Roberto Buda. La Romagna sarà rappresentata dall’Associazione “Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Forlì e Cesena” che proporrà agli ospiti francesi un assaggio di prodotti tipici. La mostra “Corsari nel nostro mare”, che nella scorsa estate ha avuto un grande successo di pubblico al Museo della Marineria di Cesenatico, sarà allestita nuovamente a Marsiglia, all’Istituto Italiano di Cultura diretto da Roberta Alberotanza, che l’ha ritenuta un veicolo ideale per promuovere e fare conoscere anche in Francia una pagina interessante della storia del Mediterraneo.

“Corsari nel nostro mare” racconta infatti la vicenda della guerra di corsa in Mediterraneo, una sorta di “guerra minore” – secondo la definizione dello storico Braudel – fatta non di scontri diretti tra flotte ma di assalti a navi commerciali e incursioni ai paesi della costa. Una storia in gran parte dimenticata, che ha però dominato per almeno tre secoli, tra la fine del XVI e l’inizio del XIX secolo, il mare Mediterraneo, lasciando moltissime tracce oltre che negli archivi anche nel paesaggio (ad esempio nelle torri costiere di avvistamento), nell’arte e nel folclore, dove sono tante le canzoni popolari che parlano della schiavitù e dell’arrivo dei “Turchi”. Una storia anche complessa, dove il conflitto a volte si intrecciava con la necessità di accordi commerciali, e dove essere fatti schiavi poteva anche diventare occasione di riscatto sociale, come accaduto a vari “rinnegati” diventati poi anche Ammiragli del Sultano.
 
La mostra è stata curata da Davide Gnola, Direttore del Museo della Marineria di Cesenatico, con la collaborazione dell’archivista Veronica Pari, del collezionista di carte nautiche Marco Asta, e dello storico navale Marco Bonino, ed è accompagnata da un libro-catalogo edito da Minerva. Anche questa iniziativa, come tutte quelle promosse dal Museo della Marineria, si avvale del supporto di Gesturist Cesenatico Spa. La richiesta di “prestito” della mostra in Francia conferma ancora una volta il riconosciuto ruolo “mediterraneo” di Cesenatico e del suo Museo della Marineria, che a Marsiglia conta su numerosi amici: come Noelle Duck, una delle persone che più ha contribuito alla rinascita della “vela latina” e alla salvaguardia delle barche tradizionali in Costa Azzurra. A Marsiglia, inoltre, proprio l’anno scorso il Museo della Marineria ha ricevuto il primo premio del concorso internazionale “Mémoire des ports de la Méditerranée”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Cosa si può fare in 'zona arancione'? Le faq con le risposte a tutte le domande

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento