"Lettere dalla notte" al Bonci per la puericultura teatrale

Nel corso di Puerilia, giornate di puericultura teatrale dedicate alla scuola pubblica – ideate e dirette da Chiara Guidi – viene presentata domenica 29 aprile al Teatro Bonci alle 21.00 la lettura-concerto che l’artista ha realizzato sui testi della scrittrice tedesca di origine ebrea Nelly Sachs, premio Nobel per la letteratura nel 1966. 
Tra le voci più appartate e possenti del Novecento, Nelly Sachs ci arriva come un soffio tenace, che resiste al tempo. E la sua scrittura viene riscoperta da Chiara Guidi – in collaborazione con Elena Di Gioia – anche attraverso il carteggio che essa ebbe per molti anni con un altro grande poeta, Paul Celan, che condivise con lei le ferite del Novecento e la condizione di esule dalla Storia, cui ella scrisse: “Viviamo entrambi nella patria invisibile”. 
Nelly Sachs (Berlino, 1891 – Stoccolma, 1970), dopo avere ricevuto l'ordine di presentarsi a un campo di lavoro, nel 1940, riesce a fuggire in Svezia, dove vivrà per tutta la vita. Finita la guerra cominciano ad arrivare le notizie della morte di familiari e amici nei campi di sterminio nazisti. Sono proprio questi gli anni in cui inizia la sua intensa attività poetica.
“Nella sua poesia – afferma Chiara Guidi – nella polvere che spesso evoca, si intravede il cammino doloroso dei popoli e delle genti, di cui il verso fa scaturire la musica”. E la parola solitaria delle sue lettere si trasforma ora in coro poetico, attraverso il corpo sonoro e concorde delle voci, evocando quelle ‘creature di nebbia’ che la poetessa cercava.

Lettere dalla notte coinvolge nell’atto scenico più di ottanta persone che hanno partecipato nei mesi scorsi – e in un’intensiva sessione finale – a esercizi di lettura condotti dalla stessa Guidi: insegnanti (i partecipanti del Corso di aggiornamento Interrogare e lèggere), adolescenti (i partecipanti del laboratorio La lettura) e cittadini di ogni estrazione, confluiti nella creazione di un coro che parteciperà alla declamazione pubblica di componimenti poetici. L’azione vocale è stata preparata attraverso momenti di esercizio sulla tecnica molecolare messa a punto da Chiara Guidi nel suo percorso di ricerca, per dare espressione e cadenza ai singoli fonemi in una prospettiva di orchestrazione. 
Lo spettacolo – che si completa con le musiche originali di Natàn Santiago Lazala eseguite dal vivo dall’autore (cura del suono Andrea Scardovi) – è prodotto da Societas in collaborazione con Liberty e viene allestito per il progetto Ert “Disgelo dei nomi”.

Biglietti:
12 euro; 8 euro Speciale giovani
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Teatro, musica e riflessioni sull'era digitale: va in scena "Uomo a vapore"

    • solo domani
    • Gratis
    • 29 novembre 2020
    • online

I più visti

  • Scopri Cesena: cinque passeggiate nel cuore della città fra storie e personaggi illustri

    • dal 31 ottobre al 28 novembre 2020
    • partenza dallo Iat di Cesena
  • Due incantevoli chiese cesenati tutte da scoprire

    • Gratis
    • dal 17 ottobre al 28 novembre 2020
    • chiesa di Santa Cristina e la chiesa di Sant'Agostino
  • Il porto canale si accende di colori ed emozioni con il Presepe della Marineria

    • Gratis
    • 6 dicembre 2020
    • porto canale di Cesenatico
  • Una visita tra le meraviglie dell'antica Biblioteca Malatestiana

    • fino a domani
    • dal 1 al 29 novembre 2020
    • Biblioteca Malatestiana
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    CesenaToday è in caricamento