Eventi

Il geniale Leonardo "da Cesena": ospiti e approfondimenti fra storia e scienza

In occasione del 500esimo anniversario della morte, Cesena, Urbino e Roma si uniscono per celebrare arte e invenzioni leonardesche

Il genio di Leonardo non smette di affascinare e tra misteri, documenti e teorie matematiche unisce le diverse città italiane, le stesse che un tempo lo videro soggiornare per brevi o lunghi periodi. In occasione del 500esimo anniversario della morte, Urbino, Cesena e Roma dal 17 settembre al 20 novembre ospitano il convegno “L’Umanesimo matematico tra arti e scienza” pensato per celebrare il padre del Rinascimento italiano ma anche Muzio Oddi a 450 anni dalla nascita. 

In questi due mesi di studi e celebrazioni vivo resterà il ricordo dei coniugi Rossana e Carlo Pedretti noti a livello internazionale per essere stati grandi studiosi della vita e delle opere di Leonardo.

A Cesena si inizia il 18 settembre, in Biblioteca Malatestiana, alle 17, con una tavola rotonda introdotta dai saluti dell’Assessora alla ricerca e all’Università Francesca Lucchi e dell’Assessore ai servizi culturali Carlo Verona. Al pomeriggio di studi incentrato sulle figure di Oddi e di Leonardo parteciperanno gli esperti Gian Italo Bischi e Davide Pietrini dell’Università di Urbino e Pino Montalti.

Ci si concentra solo su Leonardo da Vinci scienziato e filosofo nella due giorni che si terrà nella Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana il 19 e il 20 settembre. I lavori saranno aperti dagli Assessori Lucchi e Verona. Seguirà la lectio del professor Antonio Becchi. Interverranno la professoressa Annarita Angelini dell’Università di Bologna e il professor Fabio Minazzi dell’Università degli Studi dell’Insubria. Nel pomeriggio invece sarà la volta di Margherita Melani della Fondazione Rossana e Carlo Pedretti, di Vincenzo Fano (Università di Urbino) e Pierluigi Graziani (Università di Urbino), di Sara Taglialagamba (Fondazione Rossana e Carlo Pedretti) e Gino Tarozzi (Università di Urbino).

Venerdì 20 l’apertura dei lavori sarà affidata a Giovanni Emanuele Corazza (Università di Bologna) che approfondirà la creatività scientifica di Leonardo. Alle 10,15 il rapporto tra Leonardo e la geologia sarà indagato da Rodolfo Coccioni (Università di Urbino). La mattinata proseguirà, dopo una breve pausa, con Olivia Nesci (Università di Urbino), Rosetta Borchia (Associazione Montefeltro Vedute Rinascimentali) che delizieranno la platea con le indagini geomorfologiche sui paesaggi leopardiani. Alle 12 Enrico Gamba (Centro Interdipartimentale di Studi “Urbino e la Prospettiva”) concentrerà il suo intervento sulle meditazioni meccaniche di Leonardo da Vinci sul Fregio dell'arte della guerra.

Gli appuntamenti in città proseguiranno martedì 15 ottobre alle 15 con la presentazione del volume di Martin Kemp “50 anni con Leonardo. Lucidità e follie attorno all'opera di un genio” (Mondadori Electa, Milano, 2019). Per l’occasione, nella Sala Lignea della Malatestiana saranno presenti Annarita Angelini (Università di Bologna), Rossella Lupacchini (Università di Bologna), Margherita Melani (Fondazione Rossana e Carlo Pedretti),Sara Taglialagamba (Fondazione Rossana e Carlo Pedretti).

Il gran finale al Teatro Bonci lunedì 28 ottobre alle 10,30 con William R. Shea, professore galileiano emerito di Storia della scienza nell’Università di Padova, socio effettivo della Reale Accademia delle Scienze di Svezia, che terrà una lezione su “Leonardo e le radici dell’umanesimo matematico tra arti e scienza”. Nella mattinata allo studioso verrà conferita la medaglia Vinciana Rossana e Carlo Pedretti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il geniale Leonardo "da Cesena": ospiti e approfondimenti fra storia e scienza

CesenaToday è in caricamento