La magia del Natale con il Presepe galleggiante di Cesenatico

Domenica 2 dicembre alle ore 17.30 si accendono le luci del Presepe della Marineria di Cesenatico, un appuntamento imperdibile del Natale.

Dal 2 dicembre 2018 al 13  gennaio, infatti, torna il Presepe allestito sulle antiche barche del Museo della Marineria, realizzato dal Comune di Cesenatico e Gesturist Cesenatico Spa.

Cesenatico allestisce un Presepe che è unico al mondo: non ci sono grotte o capanne con i sentieri coperti di muschio, le cime innevate e le pecorelle al pascolo a fare da sfondo alla Natività, bensì Bragozzi, Battane, Lance, Trabaccoli Paranze e Barchét, le antiche e coloratissime imbarcazioni dell’alto e medio Adriatico. Nella romantica cornice del porto canale leonardesco le antiche imbarcazioni del Museo della Marineria ospitano, da domenica 2 dicembre 2018 fino a domenica 13 gennaio 2019, la Sacra Famiglia, i Re Magi e tutti gli altri personaggi del presepe, e qui, accolto da tre delfini scolpiti, la notte di Natale, nascerà il Bambino. A fare da sfondo c’è la città con lo scorcio suggestivo delle antiche Conserve e delle case colorate che si specchiano nell’acqua del porto canale.

Il Presepe, iniziato nel 1986, è opera degli artisti Maurizio Bertoni e Mino Savadori su progetto di Tinin Mantegazza e da un’idea di Guerrino Gardini. La prima statua, dopo la sacra Famiglia e i Re Magi è stata quella di S. Giacomo, Patrono di Cesenatico. Nel corso degli anni se ne sono aggiunte altre che rappresentano personaggi e “scorci” di vita della marineria locale: il burattinaio con il suo teatrino, i pescatori, la piadinaia, il suonatore di fisarmonica, gli angeli e l’ultima, in ordine di tempo, la figura di un bambino accanto alla madre sul trabaccolo da trasporto, per un totale di oltre cinquanta soggetti. I volti, le mani, i piedi e tutte le parti esposte delle statue sono scolpiti in legno di cirmolo. Gli abiti sono realizzati in tela e i voluminosi drappeggi (modellati su un’intricata rete di metallo), sono ottenuti grazie ad uno strato di cera pennellata a caldo. I colori sono quelli con cui venivano tinte le vele e la cera è quella che serviva per ammorbidire il sartiame. Il risultato è di grande effetto ed è reso ancora più suggestivo dalle luci che avvolgono le imbarcazioni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Ciak si mangia", 70 anni di cinema da assaggiare in una doppia mostra

    • Gratis
    • dal 24 gennaio al 20 marzo 2020
    • cinema San Biagio
  • Le carte di Seneca esposte per un mese alla Biblioteca Malatestiana

    • dal 1 al 29 febbraio 2020
    • Biblioteca Malatestiana
  • "Arpad Weisz, una storia di sport e razzismo", una mostra per non dimenticare alla Galleria Pescheria

    • Gratis
    • dal 8 febbraio al 8 marzo 2020
    • Galleria Ex Pescheria

I più visti

  • Bambini e famiglie in festa con il Carnevale sul Porto Canale

    • da domani
    • Gratis
    • dal 23 al 25 febbraio 2020
    • porto canale di Cesenatico
  • Gran festa al Carnevale dei bambini, fra giochi, merende e spettacoli di magia

    • solo domani
    • Gratis
    • 23 febbraio 2020
    • centro di Savignano
  • "Un Carnevale da favola", con maschere, sfilate e tombola al mercato

    • 25 febbraio 2020
    • Mercato coperto
  • Il tour a due voci di Raf e Tozzi giunge a Cesena

    • 7 marzo 2020
    • Carisport
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    CesenaToday è in caricamento