Eventi

Un weekend di arte e bellezze: le Giornate Fai di primavera celebrano Napoleone

Ad accompagnare i visitatori nei tre luoghi ci saranno 55 "apprendisti ciceroni" del Liceo Monti di Cesena, il cui contributo si è rivelato cruciale per la buona organizzazione dell’evento

Antiche residenze, preziose collezioni e volti impressi sulle tele da grandi artisti. Questo fine settimana tornano anche a Cesena le Giornate Fai di primavera, quest’anno programmate in relazione alla celebrazione dei 200 anni dalla morte di Napoleone Bonaparte. Per l’occasione, i cesenati e tutti i visitatori potranno seguire un itinerario alla riscoperta di tre luoghi molto importanti per la città e legati, per ragioni diverse, alla figura dell’imperatore francese: Palazzo Guidi, la Biblioteca Piana e la Pinacoteca comunale.

"L’appuntamento con le Giornate Fai di primavera - commenta l’Assessore alla Cultura Carlo Verona - è una tradizione attesa annualmente e attraverso la quale in tanti possono riscoprire i luoghi dell’arte e della cultura della nostra città. Palazzo Guidi, la Biblioteca Piana e la nostra Pinacoteca saranno protagonisti di questa due giorni dedicata alle bellezze del nostro Paese. Questa ventinovesima edizione della manifestazione è di fatto il primo evento nazionale dedicato al patrimonio artistico e, più in generale, alla cultura organizzato dopo l’ultimo lockdown. Sabato e domenica, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria, saranno dunque due giornate in cui i ragazzi e le ragazze del Fai racconteranno l’eccezionale varietà del patrimonio culturale e paesaggistico del nostro territorio. Non ci resta che approfittarne".

In Pinacoteca sarà possibile riscoprire la storia dell’antico complesso di San Biagio. Profondamente trasformato dalle soppressioni napoleoniche, oggi custodisce una selezione di quadri che ci permetteranno di richiamare la storia di quel periodo, dal ritratto dell’imperatore fino al rientro a cesena di papa Pio VII passando per i bozzetti di Milani per l’Abbazia benedettina di Santa Maria del Monte. Alla Biblioteca Piana invece i riflettori si riaccenderanno sul dono di papa Pio VII Chiaramonti alla città, la sua biblioteca, i suoi testi, tra cui un’edizione delle lettere di Quatremere de Quincy, un testo teorico in forma di scambio epistolare tra l'autore e il generale Miranda. A Palazzo Guidi si potrà scoprire poi la storia di uno dei più importanti palazzi nobiliari della città.

Ad accompagnare i visitatori nei tre luoghi ci saranno 55 "apprendisti ciceroni" del Liceo Monti di Cesena, il cui contributo si è rivelato cruciale per la buona organizzazione dell’evento. Grazie all’aiuto delle docenti Francesca Renzi, Stella Ricci e Teresa Forlani è stato infatti possibile curare il percorso e formare i ragazzi nonostante le difficili condizioni di lavoro che hanno richiesto uno svolgimento delle attività completamente online.

L’evento prevede inoltre la collaborazione della sezione Rotaract di Cesena e dei volontari della Croce Rossa Italiana di Cesena che affiancheranno i volontari del Fai ai banchi di accoglienza per garantire lo svolgimento delle attività in completa sicurezza. "A tutti loro un sentito grazie", esclama Verona. In virtù delle normative anti-Covid in vigore è possibile partecipare all’evento previa prenotazione da effettuarsi sul sito https://faiprenotazioni.fondoambiente.it, ed è richiesto, in fase di prenotazione, un contributo libero a partire da 3 euro.

Orari di visita

Palazzo Guidi
Solo sabato: dalle 10 alle 17,30
Ingressi ogni mezzora, ultimo ingresso ore 17,30

Pinacoteca comunale
Sabato e domenica: dalle 10 alle 17,30
Ingressi ogni mezzora, ultimo ingresso ore 17,30

Biblioteca Piana
Sabato e domenica: dalle 10 alle 17,30
Ingressi ogni mezzora, ultimo ingresso ore 17,30

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un weekend di arte e bellezze: le Giornate Fai di primavera celebrano Napoleone

CesenaToday è in caricamento