Lunedì, 27 Settembre 2021
Eventi Gatteo

Gatteo, in biblioteca il corso gratuito per diventare lettori "cantastorie"

Il corso, gratuito ma con frequenza obbligatoria, è anche un momento di aggiornamento e perfezionamento per coloro che già hanno sperimentato l’esperienza di essere lettori volontari

AAA lettori volontari cercasi: alla biblioteca Ceccarelli di Gatteo riparte il percorso formativo per trasformare gli appassionati di libri e lettura in veri e propri cantastorie dei nostri giorni. Quattro serate (ogni mercoledì dal 3 al 24 novembre, dalle 21 alle 22.30) in biblioteca (via Roma 13) in compagnia della formatrice di “Nati per leggere”  Serena Amati e di Alessandra Rossi, per addentrarsi nel mondo della narrazione. Nei quattro incontri si approfondiranno i benefici della lettura ad alta voce, soprattutto per l’infanzia, imparando a scegliere i libri più adatti ad “essere raccontati” ed esercitandosi nella modulazione di toni, ritmi e suoni, per poi arrivare a padroneggiare anche le tecniche di lettura rivolta ai gruppi e sperimentare la lettura in coppia di un albo illustrato.

Il corso, gratuito ma con frequenza obbligatoria, è anche un momento di aggiornamento e perfezionamento per coloro che già hanno sperimentato l’esperienza di essere lettori volontari: tutti i partecipanti svolgeranno poi 15 ore di attività di lettura ad alta voce nell’ambito dei progetti proposti dalla biblioteca durante l’anno. Sono infatti assai diversificati i momenti dedicati alla lettura che Gatteo organizza grazie al coinvolgimento del gruppo dei lettori volontari: oltre agli oramai classici appuntamenti di “Nati per leggere” in biblioteca per il baby pubblico che va da zero a sei anni, i lettori hanno spesso intrattenuto grandi e piccoli in ricorrenze pubbliche o luoghi di ritrovo come il centro Auser di Gatteo Mare. “Si-Amo il movimento” è invece il progetto realizzato dalla casa di accoglienza “Arturo Fracassi” presso la Scuola dell’Infanzia “Stella Moretti” di Sant’Angelo di Gatteo. In orario di lezione i volontari hanno condiviso con i bimbi della scuola dell’infanzia letture a cui hanno preso parte anche alcuni ospiti della casa di riposo. Ai nonni è stata proposto anche qualche brano in dialetto, che ha suscitato la curiosità dei bambini e risvegliato ricordi negli anziani. Venire a contatto con le letture è stato inoltre stimolo, per piccoli e grandi, per recarsi in biblioteca e conoscere così le opportunità di prestito e consultazione di oltre diecimila volumi.

“All’inizio avevamo qualche timore al pensiero di leggere davanti a una platea di bambini – raccontano i primi lettori volontari – ma il ghiaccio si è rotto subito: le insegnanti ci hanno accolto squisitamente creando nei bimbi curiosità, perciò ogni volta ci siamo trovati di fronte un “pubblico” attentissimo e partecipativo”. Anche al nido “Rodari” il rapporto con i piccolissimi è stato fin da subito immediato e diretto. “Dopo avere ascoltato la storia – continuano i volontari - i bimbi vogliono toccare i libri, sfogliarli, individuano subito i loro testi preferiti e sono molto interattivi: per loro la lettura è davvero un’esperienza che coinvolge tutti i sensi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gatteo, in biblioteca il corso gratuito per diventare lettori "cantastorie"

CesenaToday è in caricamento