menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Festival del Cibo di Strada-Saporìe si arricchisce di nuovi spazi e proposte

Ci saranno anche spazi nuovi che arricchiranno la manifestazione come la Street Food Truck Area, con cibi di strada proposti da caratteristici furgoni e la Cucina di Strada dei cuochi di “Tipico a Tavola”

C’è già gran fermento a Cesena per il prossimo Festival del Cibo di Strada-Saporìe che si terrà nelle giornate del 2, 3 e 4 ottobre in centro storico, a partire da Piazza della Libertà. Cesena è la città dove è nato (nel 2000) il primo, unico e originale Festival dedicato al Cibo di Strada, che conta ormai numerosissimi tentativi di imitazione. Quest’anno ci sarà il gemellaggio con i cibi di strada dell’Italia del Centro-Sud: arrosticini e porchetta con le mandorle dall’Abruzzo e dal Molise; olive e fritto misto all’ascolana dalle Marche; lampredotto trippa dalla Toscana; torta al testo con salumi dall’Umbria; pani ca’ meusa e arancine dalla Sicilia; vera pizza napoletana e fritto misto di strada dalla Campania; gnumereddi, bombette e panzerotti dalla Puglia. Ma non mancherà nemmeno il confronto con lo street food del nord Italia, a cominciare da: piadina e tortelli alla lastra della Romagna; focaccia e farinata dalla Liguria; tigelle e borlenghi dall’Emilia.

Ma ci saranno anche spazi nuovi che arricchiranno la manifestazione come la Street Food Truck Area, con cibi di strada proposti da caratteristici furgoni e la Cucina di Strada dei cuochi di “Tipico a Tavola”. Uno spazio sarà dedicato al Magazzino dei Caffè del Mondo, con assaggi e degustazioni guidate di caffè Harenna (100% Arabica) servito nei vari modi e nelle preparazioni diverse di questo Forest Wild Coffe - Presìdio Slow Food dell’Ethiopia. Particolare spazio poi per Averna Gustopieno Tour (www.averna.it), il viaggio alla scoperta dei piatti tipici italiani promosso dallo storico brand, che quest’anno farà tappa a Cesena! L’autentico amaro siciliano potrà essere degustato al Festival del Cibo di Strada presso l'apposito stand dove i visitatori e gli appassionati potranno partecipare anche a divertenti giochi di abilità.

Durante il Festival ci sarà anche il Club Amici del Toscano che organizza laboratori gratuiti di degustazione sui sigari italiani. Il Festival è l’evento durante il quale sarà soprattutto possibile assaggiare la migliore cucina di strada proveniente da queste regioni simbolo dello street food italiano. Nelle stesse giornate si terranno spettacoli di arte, musica, teatro di strada e si svolgerà il 10° Raduno Nazionale Camper. Dopo il grande successo riscosso l’anno scorso con la ottava edizione del Festival Internazionale del Cibo di Strada, Confesercenti Cesenate, Slow Food Cesena e Conservatoire des Cuisines Méditerranéennes hanno deciso di realizzare nel 2015 questa manifestazione incentrata su questo tipo di cucina, riscoperta e valorizzata grazie al Festival di Cesena, e diventata ora molto popolare.

Saporìe, il Festival del Cibo di Strada, è organizzato in collaborazione con Comune di Cesena, Zona A, Confesercenti Emilia-Romagna, Tipico a Tavola, Fiesa, Fiepet, Averna, Banca di Cesena, Centrale del Latte di Cesena, Bia Cous Cous, Atr, Touring Club Italiano, Associazione Noi con Loro, Radio Bruno, Matilde Studio, con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali,  della Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, della Provincia e della Camera di Commercio di Forlì-Cesena. Il Festival aiuta la sostenibilità ambientale grazie a PieriGroup, Eco Zema e Mater B. “Palm Oil Free” – Al Festival non si usa olio di palma.

Ci saranno appositi pacchetti turistici, messi a punto dall’ufficio Iat, che proporranno una permanenza con alloggio, visita alla città e assaggio di cibi della manifestazione (Iat tel. 0547.356327). “Cesena capitale del cibo di strada”, aveva titolato in una sua rubrica, Carlo Petrini, presidente internazionale di Slow Food. Nel Centro storico di Cesena, a partire da Piazza della Libertà, verranno allestite tante isole gastronomiche, che riprodurranno l’atmosfera, i profumi, i sapori, delle regioni protagoniste; un viaggio nei prodotti culinari “di strada” che sono caratteristica primaria di queste terre. Un gemellaggio all’insegna del gusto attraverso la storia e la tradizione di popoli dove il cibo di strada rappresenta l’eccellenza ed è simbolo del territorio. Una parata dei più tipici mangiari di questi territori, scelti come sempre seguendo l’assoluto principio della qualità. Ad animare la piazza ci saranno gruppi teatrali e musicali della tradizione. Durante la manifestazione si terranno incontri, convegni e laboratori sul tema e sui cibi di strada protagonisti di questa edizione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento