menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A diretto contatto con gli animali: buon la prima dell'Expo Zootecnica

Al termine dell’evento, l’amministrazione e l’associazione regionale Allevatori hanno consegnato la targa di partecipazione agli allevatori che hanno prestato il loro impegno ed i loro animali, permettendo così la riuscita dell’evento

Nel fine settimana si è svolta la Prima Expo Zootecnica del comune di Bagno di Romagna.L’esposizione, nonostante il maltempo, ha dato certamente un ottimo risultato di affluenza. Sabato mattina, in collaborazione con l’istituto comprensivo, è stata organizzata una visita dei bambini delle scuole elementari e molti di questi, entusiasmati dall’avvenimento, hanno poi ripetuto una visita nel pomeriggio e nella giornata successiva. Anche domenica, nonostante le nubi minacciassero pioggia, sono state numerose le visite.

Al termine dell’evento, l’amministrazione e l’associazione regionale Allevatori hanno consegnato la targa di partecipazione agli allevatori che hanno prestato il loro impegno ed i loro animali, permettendo così la riuscita dell’evento. Un ringraziamento da parte dell’Amministrazione anche all’azienda Martinetti per aver messo a disposizione i cancelli ed al cittadino Paolo Mazzoli per l’esposizione dei mezzi agricoli d’epoca.

“Il nostro territorio ha una grande qualità ambientale - commenta l’assessore Severi -. Per circa un terzo è individuato, da regione e comunità europea, come zona di interesse paesaggistico ed ambientale e per questo è sottoposto a tutela. Un quarto del nostro territorio è poi ricompreso all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, che equivale a quasi il 15% di tutta la sua estensione".

"Questa valenza ambientale, unita alla passione ed all’impegno dei nostri allevatori ci consente di vantare prodotti di alta qualità in ambito agricolo e zootecnico - prosegue -. Questa vetrina l’occasione di vedere, anzi toccare con mano, il prodotto di questo impegno. Un impegno che non si limita ovviamente alla mera produzione di prodotti ma rappresenta anche la garanzia di presidio e tutela di questo territorio. Insomma un esempio virtuoso e riuscito del rapporto di mutuo rispetto tra uomo e natura".

"L’idea dell’esposizione trova ragione nella possibilità di mostrare un attività sempre più distante a molti, soprattutto alle nuove generazioni, che frequentando prevalentemente gli ambiti urbani hanno perso contatto con la campagna e gli animali. Insomma riavvicinare realtà tanto vicine ma comunque lontane dagli occhi - continua Severi -. All’interno dell’esposizione era possibile ammirare le principali produzioni locali, con animali di razza romagnola ed appenninica, alcuni anche recuperate dall’estinzione perché non adatte alle produzioni di intensive. Un buon risultato che credo, in futuro, potrà essere ripetuto ed anche arricchito di ulteriori contenuti.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento