rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cultura

Sposalizio della Piadina, sei ristoranti si sono dati battaglia nel miglior abbinamento

Dopo un'accanita lotta per il miglior piatto in abbinamento al "pane di Romagna", la giuria e i commensali hanno premiato il ristorante di Cesenatico

E’ stata una guerra all’ultimo spicchio quella avvenuta mercoledì sera al Ristorante Cerina di San Vittore.
Nata da un’idea di Tonino Guerra con lo scopo di valorizzare la nostra tradizione gastronomica, l’11esima edizione de “Lo sposalizio della piadina” ha visto sei ristoranti d’eccellenza della zona (segnalati dalla guida Osterie d’Italia 2016, Slow Food Editore) contendersi il premio per “Il miglior abbinamento tra Piadina e Cibo”. Accanto ai piatti proposti dai concorrenti, sono state offerte le piadine di sei chioschi dell’Associazione per la Valorizzazione della Piadina Romagnola e i vini della Cantina Braschi di Mercato Saraceno. La serata è stata organizzata da Slow Food Cesena e dalla Confesercenti Cesenate in collaborazione con il Credito Cooperativo Romagnolo-Bcc di Cesena e Gatteo, la Cooperativa di Garanzia Creditcomm e la Centrale del Latte di Cesena.

Gli assaggi, presentati in forma anonima ai numerosi commensali e ai giudici (il cui voto valeva il 50% dell’esito della prova), sono stati ideati e realizzati dai ristoranti “Al Deserto” di Pinarella (frittatina di rossetti nostrani con salsa al lampone, zenzero e rucola fresca), “Il Pescato del Canevone” di Rimini (calamari “fischioni” e patate schiacciate), “La Campanara” di Pianetto di Galeata (fagiuoli all’uccelletto con pancetta di Mora Romagnola), “Osteria dei Frati” di Roncofreddo (misticanza con aceto di lamponi, lischi, cipolla e trota salmonata), “Osteria del Gran Fritto” di Cesenatico (palamita al sale dolce di Cervia, pomodoro arrostito e salicornia) e “Trattoria Emilia” di Castiglione di Cervia (crema di stridoli con stracciatella di squacquerone e pomodorini confit).

Dopo un lungo scrutinio, il premio è andato - meritatamente - all’Osteria del Gran Fritto che ha convinto tutti con la sua palamita al sale dolce di Cervia, pomodoro arrostito e salicornia, il cui mix di sapidità, piccantezza e acidità ben si sposava con il sapore semplice del nostro amato pane di Romagna.

Guarda la gallery con tutti i piatti in gara:

"Lo Sposalizio della Piadina" edizione 2016 (foto CesenaToday)

L’incasso della serata sarà utilizzato per realizzare diverse iniziative culturali e gastronomiche, e per supportare un progetto della Fondazione Slow Food per la Biodiversità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sposalizio della Piadina, sei ristoranti si sono dati battaglia nel miglior abbinamento

CesenaToday è in caricamento