menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra: Conte, Mezzetti, Gualdi, Castorri, Cavazza e, al centro in basso, Valenti

Da sinistra: Conte, Mezzetti, Gualdi, Castorri, Cavazza e, al centro in basso, Valenti

Emilia Romagna Teatro Fondazione indice un bando per il nuovo direttore

Il nuovo direttore succederà a Pietro Valenti, dal 1994 alla guida della Fondazione che ha in gestione anche il Teatro Bonci di Cesena

Il Consiglio di Amministrazione di Emilia Romagna Teatro Fondazione, Teatro Nazionale con sede a Modena, ma che ha in gestione - fra gli altri - anche il nostro Teatro Bonci, ha indetto un bando europeo per la selezione di curriculum, in vista del conferimento a tempo determinato (quattro anni dalla data di sottoscrizione) della posizione di direttore di Emilia Romagna Teatro Fondazione, che dal 1994 ad oggi è stata ricoperta da Pietro Valenti. 

Al direttore compete la direzione artistica e organizzativa della Fondazione, ovvero la responsabilità generale della programmazione e della gestione di tutte le attività istituzionali della Fondazione.
Le candidature e i curriculum dovranno essere inviati nel periodo compreso tra il 4 aprile e il 4 maggio 2016. Il Consiglio di Amministrazione di Ert valuterà i curriculum pervenuti entro il 30 maggio prossimo; successivamente ai candidati selezionati verrà chiesto di presentare un progetto triennale. I candidati il cui progetto verrà valutato positivamente, da una commissione di esperti nominata dal CdA, saranno invitati a un colloquio, fase finale della selezione per l’individuazione della candidatura più idonea.

I termini del bando sono stati presentati oggi nella sede della Regione, a Bologna, nel corso di una conferenza stampa cui hanno partecipato gli assessori alla Cultura della Regione Emilia-Romagna Massimo Mezzetti, del Comune di Bologna Davide Conte, del Comune di Cesena Christian Castorri, del Comune di Modena Gianpietro Cavazza e Daniele Gualdi, presidente di Ert Fondazione.
“Si tratta di un passaggio storico – ha commentato l’assessore Mezzetti – che va accompagnato da un giudizio estremamente positivo per quanto in questi anni è stato fatto dal direttore uscente Pietro Valenti. Quando Valenti prese la guida la situazione era molto complicata, mentre chiunque ora verrà troverà una struttura sana, con i conti in ordine e un blasone internazionale consolidato”. “Col bando – ha aggiunto Mezzetti – abbiamo operato una scelta netta, quella di giungere a una nomina che sia legata esclusivamente alle capacità artistiche e non a decisioni politiche, senza ipocrisie o finzioni. C’è per questo già molta attenzione, anche al di fuori del nostro Paese, si possono ipotizzare domande che verranno anche dall’estero perché si tratta di un incarico prestigioso e appetibile”.

Una forte partecipazione è stata ipotizzata anche dal presidente Ert, Gualdi, che ha anche parlato di “una scelta trasparente per l’individuazione di un profilo che, come previsto dal nostro Statuto, dovrà gestire non solo la programmazione artistica ma anche una realtà amministrativa che conta 70 dipendenti, che arrivano fino a 200 quando è in atto la stagione in più sedi produttive”.

Il testo del bando e la domanda di partecipazione sono scaricabili al link: www.emiliaromagnateatro.com/bando-direttore

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento