rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Eventi

Azzuro con il pesce, Carnevale di Gambettola, Giancane, David Rondino: weekend intenso nel Cesenate

Le due grandi manifestazioni a Gambettola e Cesenatico segnano il ritorno alla normalità dopo la pandemia, come del resto la gara di metal detector a Cesenatico. Oltre alle celebrazioni istituzionali, si tengono anche una serie di eventi in occasione del 25 aprile. E poi a teatro con Martina Colombari e Corrado Tedeschi

Giancane sul panco del Vidia, David Riondino su quello di Palazzo Dolcini non sono gli unici appuntamenti di musica e teatro in questo lungo weekend, caratterizzato dalla chiusura del Carnevale di Gambettiola e dal ritorno di Azzurro come il pesce a Cesenatico. Si gareggia nel Triathlon a Gatteo e nel Garrett contest a Cesenatico, con la ricerca con il metal detector. Ecco gli eventi da venerdì a lunedì sul territorio. 

Gran finale per il Carnevale di Gambettola

E' tornata finalmente in presenza la 136° edizione del Carnevale della Romagna a Gambettola, con una settimana di iniziative, spettacoli e performance: sfilate dei carri allegorici, il lancio di dolciumi, palloni e gadget e un ricco calendario di iniziative, eventi e spettacoli che celebrano e perpetuano la storia della manifestazione, integrandola con le tante novità presenti per tutta la settimana del Carnevale. Domenica ci saranno anche la camminata di solidarietà "Gambettola dal cuore rosa"  e il Premio nazionale "Essere maschera"con la  consegna del Gambino d'oro a Liana Orfei ed Ivano Marescotti. Poi la "Sfilata dei giganti di cartapesta". Lunedì la premiazione del carro vincitore.

Azzurro come il pesce

Dopo due anni di stop forzato a causa dell’epidemia, Cesenatico torna a trasformarsi in un grande ristorante a cielo aperto per la manifestazione gastronomica Azzurro come il Pesce, da venerdì a lunedì, lungo il porto canale e non solo. L’appuntamento prevede un ricco programma e tante novità: “protagonista” del 2022 l'alice, la regina del pesce azzurro dell'Adriatico, ingrediente principe di almeno un piatto presentato dagli stand gastronomici e protagonista degli approfondimenti culturali in programma.

In musica

Nuovo appuntamento per le jazz nights, serate di musica dal vivo che animano i venerdì sera di Piazza della Libertà a Cesena, con il trio composto da tre grandi musicisti cesenati, con sonorità che spaziano dal jazz al funk al latin superando ogni barriera stilistica: i protagonisti della serata sono Marco Lazzarini, al sassofono, Gianluca Nanni alla batteria e Stefano Nanni al pianoforte. Giancane è pronto a tornare sul palco del Vidia di Cesena, sabato sera, con Tuttogiustotour. Dopo i tantissimi concerti estivi il cantautore romano torna sui palchi dei live club italiani con un nuovo spettacolo, dopo l’ultima fatica della colonna sonora della serie d’animazione Netflix, "Strappare lungo i bordi", scritta e diretta da Zerocalcare. Un appuntamento di musica e solidarietà, venerdì al cineteatro Victor di San Vittore dove andrà in scena “Sing out!”,  concerto del coro gospel Thousand Road, che proporrà una carrellata di musiche spiritual da tutto il mondo. Il ricavato della serata servirà ad accogliere i profughi dall’Ucraina. Una serata tra musica e dialetto al teatro Jolly di Cesena, venerdì: dall'album "Te mez dlà nota" nasce lo spettacolo che spazia tra canzoni con ritornello dialettale, fino a canzoni interamente in vernacolo con parti di recitazione di Paolo 'Plòz' Faetanini, voce e narrazione.

Teatro e dintorni

Secondo appuntamento a Montepetra, venerdì, per "FuoriLuogo" la rassegna dedicata alla narrazione teatrale, anche in lingua dialettale, che dal 2015 viene programmata a Sogliano in spazi non convenzionali per la messa in scena teatrale. A portare in scena il suo spettacolo, “Il pacifista”, sarà lo scrittore dialettale Francesco Gabellini. Il pacifista è il soliloquio di un personaggio che alterna l’uso del suo dialetto romagnolo alla lingua italiana e riflette sul suo rapporto con gli altri, con chi gli è più vicino e col resto del genere umano.  Il cartellone invernale del Teatro di Cesenatico si chiude con uno spettacolo che ha registrato successo di critica e botteghini: intrighi e gioco di seduzioni saranno protagonisti sul palco, venerdì, con "Montagne Russe", interpretato da Corrado Tedeschi e Martina Colombari diretti da Marco Rampoldi. Lo spettacolo dello sceneggiatore, drammaturgo e regista francese Eric Assous è una commedia che esprime una pungente riflessione sul tema dei legami familiari e sul valore del rapporto nei confronti del prossimo. Sabato nella Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana, prosegue il ciclo di letture ad alta voce dedicato alla fiaba contemporanea "C’era una volta e ancora c’è": l’attore Paolo Minnielli legge alcuni testi tratti da "Un cigno selvatico" del Premio Pulizer Michael Cunningham insieme a brevi racconti composti dalla classe 3E del Liceo Linguistico Statale “Ilaria Alpi” di Cesena. Sabato e domenica al teatro di Macerone va in scena "Dima e la strega di Chernobyl", interpretato da Mirko Alvisi, che racconta la storia di Dimitry Gaginco detto Dima, un esuberante bambino di Chernobyl che oltre a giocare e studiare deve pensare ad accudire gli animali di casa. Il ricavato dello spettacolo, organizzato in collaborazione con l'associazione Piccolo mondo, sarà devoluto ai bambini ucraini.

25 aprile

A Palazzo Dolcini di Mercato Saraceno appuntamento venerdì con l’ultimo spettacolo della breve ma preziosa rassegna “Viva La resistenza. Sul palco l’istrionico ed eclettico David Riondino porterà la storia dei Fratelli Cervi: una serata che grazie alle parole tratte da “I miei sette figli” di Alcide Cervi e alle immagini del film di Gianni Puccini con Gian Maria Volontè saprà regalare grandi emozioni ripercorrendo le tappe salienti che portarono i sette fratelli Cervi ad avere un ruolo attivo nella Resistenza e a pagare con la vita la loro convinta fede antifascista. Ultimo appuntamento della stagione al Teatro Comunale di Gambettola, sabato, con Paola Sabbatani, accompagnata da Roberto Bartoli e Daniele Santimone, protagonisti di Ta-Pum. Un concerto che è un racconto fatto non solo di canzoni italiane ma che appartengono anche ad altri paesi e che parlano non solo della Grande Guerra, ma anche dell’assurdità e della disumanità di ogni guerra, tema purtroppo assai attualissimo, della lotta e della resistenza, arrivando a celebrare però anche l’amore.  Concerto del 25 aprile attraverso due secoli di musica all’Oratorio di San Rocco di Gatteo: Aldo Capicchioni (violino), Michela Zanotti (viola) e Marco Capicchioni (pianoforte e arrangiamenti) daranno vita ad un concerto dal Risorgimento al Novecento con brani che spaziano tra i generi e che raccontano la storia dell’Italia e della sua indipendenza. Torna la camminata per la pace in occasione del 25 aprile, con la 20esima edizione da Tavolicci a Fragheto. A seguire il Teatro delle Lune presenta "E come potevamo noi cantare, dalla grande guerra alla grande pace", brani, musiche e canzoni per la memoria.

Cosa fare nel weekend a Rimini

Cosa fare nel weekend a Forlì

Triathlon e metal detector

Anche quest’anno sono bastati pochi giorni per raggiungere il “sold out”: segno che, dopo due edizioni saltate a causa del Covid, il grande popolo dei detectoristi aveva tanta voglia di tornare a “spazzolare”. E così, riannodando una tradizione che solo la pandemia aveva spezzato, domenica sulla spiaggia libera antistante piazza Costa, torna il "Garrett contest” di Cesenatico, la più importante gara europea di ricerca con metal detector. Il Comune di Gatteo ospita la quinta edizione del “Triathlon Rubicone Gatteo”, lunedì, disputata su distanza sprint (750 mt. di nuoto, 21 Km di bici e 5 Km di corsa) all’interno del territorio di Gatteo Mare e Sant’Angelo. La gara ospiterà le primi selezioni giovanili tra i migliori atleti Elite italiani per i mondiali universitari che si terranno in Brasile nel 2022. 

A spasso per il territorio

Villa Torlonia svela la sua eterna bellezza nella visita guidata al percorso poetico immersivo del Museo Multimediale e nelle sale affrescate del palazzo nobile, domenica. Lunedì “Percorsi di-Versi. Esperienze slow nella terra di Giovanni Pascoli” guiderà i partecipanti “A passo di storia e poesia”, in cammino tra i ricordi del poeta, dal centro storico e dalla casa natale per le vie e le campagne del “piccolo e ridente paese” di San Mauro Pascoli, lungo il “dolce fiume” Rio Salto fino a Villa Torlonia. Acquisti all’aria aperta e per tutto il giorno: domenica torna a Cesena il mercato straordinario, un’intera giornata dedicata allo shopping e alle grandi occasioni.

Di mostre e di cinema

Da Parigi a Cesena, dal racconto in bianco e nero alla visione a colori: da sabato gli spazi espostivi della Galleria del Ridotto ospitano la mostra “Paris Expression et Mouvements” a cura di Romano Turci. Le immagini che compongono l’esposizione sono tutte in bianconero, inedite e scattate durante un viaggio che risale all’aprile 1980.  Il focus si sposta popi alla Romagna, un termine che proviene da lontano, terra ospitale, ricca di storia, bellezze naturali, che ha saputo costruire le sue tradizioni attingendo da diverse culture. È proprio sulla terra romagnola che si concentra la mostra di Leonardo Rossi e Carlo Lastrucci, con i racconti di Angela Fabbri, che da sabato è visitabile in Galleria Pescheria. Inquadra alla perfezione la vera anima del Ridotto del Teatro cittadino “Alessandro Bonci”, invece, la mostra “L’Urbanistica (non solo carte) Uffici Ridotto Teatro Bonci 1998 – 2018” a cura del cesenate Vincenzo Stivala, architetto di origini salentine, ed ex dipendente comunale ospitata nel foyer del teatro: una ventina di anni fa infatti il Ridotto del Teatro ha ospitato alcuni uffici del settore Programmazione urbanistica. La Biblioteca Malatestiana omaggia Pier Paolo Pasolini, grande regista, scrittore e intellettuale. E' visitabile la mostra “Pier Paolo Pasolini. Il cinema tra realtà, mito e poesia” allestita dal Centro Cinema – Città di Cesena nella nuova Mediateca  fino al 31 maggio prossimo. Un percorso fotografico che prende in considerazione il suo cammino da regista, dagli esordi di Accattone (1961) fino all’ultimo Salò o le 120 giornate di Sodoma, uscito postumo, dopo la sua tragica morte avvenuta a Ostia il 2 novembre del 1975. Dal cinema agli elementi naturali: al Museo della Marineria di Cesenatico, da sabato, si può visitare la mostra "La riviera dell’incanto. Acque e terre nelle vedute di Vittorio Guaccimanni, Gaspare Gambi, Romolo Liverani", a cura di Ilaria Chia. L’esposizione raccoglie un’accurata selezione di 33 opere grafiche, provenienti da collezioni pubbliche e private, incentrate sul tema del mare e dei sui abitanti, sulla magia dell’acqua tra costa ed entroterra. Con l’omaggio al noto scultore, disegnatore ed illustratore Mario Bertozzi continua invece, alla Galleria comunale d’arte “Leonardo da Vinci”,  la serie delle mostre dedicate ad artisti che a partire dalla metà del secolo passato sono stati attivi in ambito locale o che hanno avuto contatti non occasionali con la realtà cittadina di Cesenatico. Spostandosi a Longiano, la Chiesa Madonna di Loreto, adiacente al Castello Malatestiano, ospita,  l'esposizione dedicata a Renato Bruscaglia, uno dei protagonisti della grafica internazionale del secondo Novecento e fra i più distinguibili e prestigiosi incisori italiani. Riconosciuto interprete del paesaggio, la sua opera si distacca dalla scuola naturalistica e figurativa della tradizione prediligendo la tecnica calcografica, e nello specifico l’acquaforte, per giungere ad una personale e innovativa autonomia stilistica.  La  chiesa di Sant’Agostin a Cesena ospita, invece fino a sabato, l’esposizione d’arte "Giovanni Fabbri - Via crucis", curata da Paolo Degli Angeli, per ridare sacralità e senso alle immagini come era nelle antiche pale d’altare.


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Azzuro con il pesce, Carnevale di Gambettola, Giancane, David Rondino: weekend intenso nel Cesenate

CesenaToday è in caricamento